Mancini: “Higuain in Italia è come Messi nel mondo”. Poi mugugna ancora: “Non c’era il fallo di Nagatomo”

Filed under: Primo Piano |

mancini-inter-620x400Roberto Mancini ancora deve digerire la sconfitta del San Paolo. In una lunga intervista concessa al Corriere dello Sport, il tecnico dell’Inter trova ancora da mugugnare su quanto accaduto lunedì sera.

Sarri sostiene che l’Inter ha avuto solo un’occasione in 90′. 

“Non mi risulta che sia andata così. Il Napoli è stato bravo e Higuain ha fatto la differenza con un gol straordinario dopo un minuto. Passare subito in svantaggio ci ha messo in difficoltà nel primo quarto d’ora, poi la partita è stata normale ed equilibrata. Credo che la nostra sia stata una delle migliori prestazioni di questo campionato e le cose positive sono state parecchie”.

A mente fredda sull’arbitraggio di Orsato è sempre critico come lunedì sera? 

“Sì, la penso esattamente come prima. Il primo di Nagatomo non era assolutamente un fallo da ammonizione e anche il secondo era un mezzo fallo perché Yuto non va diretto sull’uomo”. 

Nel dopo partita del San Paolo, parlando con De Marco a Mediaset, è stato abbastanza duro con la categoria arbitrale. Teme ripercussioni? Gli arbitri a volte sono… permalosi. 

“Che gli arbitri sono permalosi lo dite voi. Se un ex arbitro (De Marco, ndr) va in tv, non deve difendere gli ex colleghi, ma spiegare il regolamento e le dinamiche che portano a un fischio. Un avvocato difensore della categoria arbitrale non serve a nessuno, come non servono gli ex calciatori che fanno i commentatori e cercano di tenere sempre il piede in due scarpe”. 

Avere Higuain dà un vantaggio al Napoli nella corsa per lo scudetto? 
“Higuain in Italia è come Messi nel mondo. Sta dando al Napoli quello che le altre squadre non hanno”. 

Altre Notizie