15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

UFFICIALE: LUCARELLI PARLA NAPOLETANO, BLASI E LO PSEUDO-SCANDALO COSENTINO.

0 Commenti

Come già anticipato da Tifonapoli.com le dure parole di De Laurentiis sul conto di Lucarelli servivano solo a distogliere l’attenzione mediatica dalla trattiva in corso. E’ ormai palese che il Presidente Azzurro preferisce muoversi nel silenzio per mettere a segno i colpi di mercato che maggiormente gli interessano. Adesso però la patata bollente passa a Mazzarri che ha fortemente sponsorizzato l’operazione per il passaggio del bomber clivense al Napoli e che ora dovrà ottenere il massimo dalle prestazioni della punta, che cinque anni fa è stato il capocannoniere del massimo campionato con 24 gol in 35 presenze. Lucarelli arriva in prestito gratuito con diritto di riscatto. In serie A vanta 119 gol in 289 presenze con Atalanta, Lecce, Torino, Livorno e Parma. I numeri del bomber ci sono tutti ma, a guardare la sua carta d’identità, anche l’età pensionabile. Il 4 ottobre compirà 35 anni e per un attaccante sono tanti, tuttavia se il dato anagrafico non ha rappresentato uno scoglio per il Presidente De Laurentiis bisogna aver fiducia nelle scelte dello staff azzurro che avrà puntato certamente sul fatto che Lucarelli arriva senza che siano state toccate le casse societarie, sia disponibile a stare in panchina, abbia un feeling col concittadino Mazzarri e, soprattutto, abbia dalla sua grandissime motivazioni: – “E’ un sogno che si avvera, ed il fatto che si sia realizzato a 34 anni è ancora più bello”- dice Lucarelli. Per cui accogliamo tutti con un grande abbraccio Cristiano Lucarelli, augurandogli di andare in doppia cifra con la maglia azzurra. “Auguri Uagliò”.
Capitolo Blasi. Molti si sono indignati per la maglia che Blasi ha sfoggiato nel post-gara di Napoli Elfsborg. Sulla maglia la scritta: Cosentino & Co. sempre presenti. La scritta ha suscitato lo sdegno di molto che hanno pensato ad una dedica del gladiatore azzurro ad un personaggio della politica: Nicola Cosentino. Ma a ben vedere il calciatore azzurro si riferiva ad Alessandro Cosentino, uno dei capi Ultras della tifoseria azzurra. Un tentativo di Blasi di aggrapparsi alla maglia azzurra, grazie all’affetto dei tifosi? Denis non c’è riuscito. Chissà se Manuele ce la farà.
Giuseppe Tarallo.

Indietro
Avanti