15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Napoli, è fatta per Sosa.

0 Commenti

NAPOLI, 25 agosto – Ed anche per Ernesto Josè Sosa è fatta: passa dal Bayern al Napoli per due mi­lioni di euro a fronte dei tre milioni e mezzo richiesti in partenza da Rummenigge. Abile Bigon nel far credere che De Laurentiis ave­va cambiato idea rispetto alla cifra indicata nel fax: non più di due milioni di euro, tanto vo­leva versare il Napoli al­trimenti sarebbe saltato tutto. E a quel punto, quando ormai tutti ave­vano dato per scontato il passaggio del principito al Napoli (in primis i quotidiani tedeschi) e Van Gaal si era espresso a favore della ces­sione del ragazzo, quelli del Bayern non si sono potuti tirare più indietro. «Va bene an­che così purchè si chiuda questo telenove­la », hanno risposto i dirigenti tedeschi nel­l’incontro tenuto ieri a Milano. Nel frattempo anche con il giocatore e il suo procuratore, Fabio Bilardo, era andato a buon fine il tiro alla fune sull’ingaggio: Sosa guadagnerà meno di quanto percepiva in Germania (prendeva intorno al milione di euro). Un altro bel colpo sotto il profilo eco­nomico dopo quello messo a segno con Lu­carelli. E un’altra scommessa intrigante: Lu­carelli con i suoi 34 anni e la sua voglia di stupire a Napoli; Sosa, a 25 anni, in cerca della consacrazione (e del rilancio) al fian­co dell’amico d’infanzia Lavezzi, dopo l’esperienza in Germania tutta da dimenti­care.
ANNUNCIO VIETATO -E’ fatta per ilprincipito ma l’annuncio ufficiale slitterà a giovedì not­te o venerdì mattina. A vietarlo è stato pro­prio Walter Mazzarri, ieri, dopo l’allena­mento del pomeriggio e l’elenco dei convoca­ti per il ritorno con l’Elfsborg dove figura Cristiano Lucarelli ma non ci sono Rinaudo e Vitale, il primo in par­tenza per Bari, il se­condo per Trieste (o chissà dove).«Basta con questi annunci e presentazioni- avreb­be detto il tecnico -manca un giorno a una sfida così importante e non possiamo per­metterci distrazioni. Se ne parlerà a tempo debito».Per Mazzarri, bastava ed avanzava, il pomeriggio vissuto allegramente per la presentazione di Lucarelli. Ora occorre pen­sare all’Elfsborg, non al mercato.

Indietro
Avanti