15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

De Laurentiis, 83 giocatori acquistati in sei anni di Napoli

0 Commenti

Il giro del mercato in 83 giocatori, quelli che De Laurentiis ha ingaggiato per il Napoli in sei anni. Dai primi prestiti per la C1 ai grandi colpi per la A.
Prima di Cavani – partito con tre gol in quattro giorni – sono arrivati Hamsik, Lavezzi e Gargano, gli stranieri acquistati nell’estate 2007 dall’ex direttore generale Marino complessivamente con 15 milioni e diventati la base della squadra. E un anno fa Quagliarella, l’attaccante stabiese preso per 18 milioni (la massima spesa effettuata dal club nato nel 2004 dalle ceneri del fallimento) e appena ceduto, tra le polemiche, alla Juve. I colpi Hamsik, Lavezzi, Gargano, Quagliarella, Cavani. E poi i due esterni, Maggio e Dossena, il primo convocato da Lippi per i Mondiali in Sudafrica e l’altro in attesa di una chiamata dal nuovo commissario tecnico Prandelli.
Sono stati questi i giocatori di maggiore spessore presi da De Laurentiis, oltre al capitano Cannavaro, arrivato nel 2006 a costo zero (s’era svincolato dal Parma). Nella galleria dei grandi colpi è già entrato el Matador Cavani, rilevato dal Palermo con la formula che ha dominato in questo calciomercato: prestito (a 5 milioni) con riscatto prefissato (a 12) tra un anno. Il primo Sosa, il Pampa. Attaccante argentino dell’Udinese, tesserato numero uno della Napoli Soccer, come De Laurentiis aveva voluto chiamare il nuovo club, dopo il fallimento della Ssc Napoli.
Nella stagione 2004-2005 il club ripartì da zero: 33 nuovi giocatori, compresi Montervino e Montesanto, unici reduci della società di Naldi cancellata dalla sentenza del tribunale. C’erano Grava e Gianello, i superstiti azzurri. Sosa è tornato in Italia, ma non per indossare nuovamente l’azzurro, come sognava: giocherà con la Sanremese in Seconda divisione. I napoletani Pochi giorni fa De Laurentiis ha ricordato di aver ricevuto molti rifiuti dai napoletani, «a cominciare da Nocerino», il centrocampista del Pallonetto cresciuto nella scuola Juve: lo contattò per la prima volta nel 2006, l’anno della B.
Ancor prima di Quagliarella, il Napoli aveva tesserato Iezzo e Cannavaro, il portiere e il difensore che fanno sempre parte della rosa. C’è stato nel 2005 anche Gautieri: andò via dopo cinque partite e un gol per problemi ambientali. I flop Tra gli 83 ci sono anche calciatori che sembreranno estranei ai tifosi. Li hanno visti giocare poco o mai: Renard, Corneliusson, Toledo, Briotti, De Palma, Giglio, Russotto e Hoffer, pagato 5,5 milioni e ceduto quest’anno in prestito ai tedeschi del Kaiserslautern.
E infine la coppia fantasma Bucchi-De Zerbi, attaccante e fantasista arrivati insieme nel 2006 e spediti in giro perché mai utili alla causa del Napoli. Bucchi non ha trovato club interessati finora e continuerà ad allenarsi a Castelvolturno. La scommessa Diciannove anni da compiere tra un mese, allievo del prolifico vivaio dell’Empoli, l’attaccante Dumitru è l’acquisto in prospettiva del Napoli. Un milione e cinquecentomila euro per il prestito, altrettanti da investire tra un anno per il riscatto di metà cartellino per questo talento di padre rumeno e madre brasiliana (ma è nato in Svezia ed è cresciuto in Italia), paragonato con enfasi a Henry
Fonte: IlMattino

Indietro
Avanti