15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Hamsik sfida Cavani

0 Commenti

NAPOLI, 8 settembre – Come lui non c’è nessuno: perché i numeri non mentono e, nel calcio, hanno persi­no un’anima. Come Hamsik, nel vecchio Napoli, non c’è nessu­no: ma ora che è atter­rato Cavani, che Luca­relli esibisce il curricu­lum vitae, la vita si complica e il trono va­cilla. Il re ( del gol) non è più solo, ma quel che resta di Hamsik è la media sorprendente d’un uomo che sa un po’ di Gerrard e un po’ di Lampard – Reja dixit ­uno scugnizzo senza macchia e senza paura che da centrocampista s’è inventato una vita da bomber. L’Hamsik in salsa partenopea è il vero oro di Napoli del­l’ultimo triennio, scan­dito da escaltion in se­rie e da tre affermazio­ni su tre nella specialis­sima classifica dei can­nonieri azzurri. Come Hamsik, né Lavezzi e né Zalayeta, né Denis e neppure Quagliarella: non un attaccante che sia stato capace di met­terne in discussione la leadership, né quel ruo­lo da cecchino ritaglia­tosi addosso con perfi­da cura.
AMICO NEMICO -Come Hamsik, però, adesso c’è Edinson Cavani, l’amico- nemico da sfi­dare, in un appassiona­to braccio di ferro degli ultimi sedici metri. Il testa a testa annunciato dai precedenti si gioca sul filo del nulla, maga­ri del dischetto – di pro­prietà dello slovacco – e promette emozioni a getto continuo. Il passa­to è un vademecum per il futuro e il 13 gol del­l’ultima annata e i 14 della penutlima, eleva­no l’uruguayano a con­corrente principale per uno scettro che Hamsik ha difeso a denti stretti e di piatto, di collo pie­no, di testa, di esterno, persino slalomando dacompagni agguerriti.
Fonte: Corriere  dello Sport

Indietro
Avanti