15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

NAPOLI STACCA IL MANIFESTO! DE LAURENTIIS SPENDERA'

8 Commenti

Come è naturale che sia, c’è chi è pro e c’è chi è contro.
Il manifesto apparso a Napoli nei giorni scorsi rappresenta una legittima manifestazione di pensiero, alla quale si può aderire ma anche dissentire.
De Laurentiis non è molto simpatico, soprattutto quando sparla. A volte sarebbe meglio che taccia, soprattutto quando si contraddice e questo il manifesto lo dice.
Ma bisogna riconoscere che l’avventura calcistica è stata per lui una novità assoluta ed i risultati raggiunti, finora, sono ottimi per un novello.
Un novello si, un novello del calcio ma un furbissimo imprenditore.
Ricordo che l’antipatia per De Laurentiis nacque in molti quando affermò che l’acquisizione del Napoli fu un gesto d’amore.
Ed allora perchè aspettare il fallimento?
Ebbene si, Luciano Gaucci aveva trovato il modo legale di evitare il fallimento del Napoli: l’affitto del ramo d’azienda. Perchè non cercare di salvare il Napoli così ed evitare il fallimento? Perchè non evitare la serie C?
Quante lacrime abbiamo versato in quell’ormai lontano 2004. Dio solo lo sa.
De Laurentiis avrebbe potuto adottare la soluzione ideata dai legali e dai commercialisti di Gaucci ma gli sarebbe costato di più e De Laurentiis, ricordiamolo, è imprenditore; il portafogli va controllato bene. Uno che fa pagare le amichevoli estive in tv fa davvero clamore, è vero.
Ed infatti il manifesto anonimo attacca il Presidente definendo vergognosa la scelta di far pagare le amcihevoli estive.
Su questo non tutti sono d’accordo. E’ una speculazione, è vero ma De Laurentiis sa che per poter spendere bisogna guadagnare.
Perciò chi non puo’ permettersi l’amichevole a 10 euro, è tirato fuori si’ ma da una semplice amichevole estiva. Non dalla finale di Champions. La partita col Bologna? Era meglio non vederla. Mettiamola così, ci si poteva organizzare in più persona a casa, fare un po’ ciascuno e … “vir’ che pass ‘a paura”. Ma intanto De Laurentiis incassava e faceva sorridere le casse societarie.
I soldi ci sono, i conti li sappiamo fare tutti. Al momento giusto De Laurentiis li spenderà, almeno lo si spera. Teniamo sempre in considerazione che siamo tutti bravi a dire “bisognava comprare questo”, “si poteva prendere in prestito quell’altro” ma non è così facile come sembra: le dinamiche societarie le conoscono solo gli addetti ai lavori e, quindi, stiamo bene attenti: il Napoli non è un giocattolo, lo dice pure il manifesto.
Per ora il lavoro di De Laurentiis ha dato risultati, ci ha fatto togliere soddisfazioni e ci ha dato la possibilità di poter prendere in giro, dopo tanto penare, tifosi di squadre come Fiorentina, Juventus, Milan, Roma, perciò, o Napoli, stacca il manifesto…almeno per ora.
Giuseppe Tarallo.

Indietro
Avanti