15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

In Europa League non si scherza di Raffaele Auriemma

1 Commento

In Europa League non si scherza. Soprattutto in questo periodo storico, dopo due pareggi di fila e qualche mugugno di troppo tra i tifosi, tra quelli scontenti della campagna acquisti. Le mosse vanno ponderate bene e se c’è qualche calciatore giù di corda, affaticato dai troppi impegni e da una condizione fisica non ancora ottimale, è giusto tenerlo fuori.
«Ci saranno novità», questo è stato l’unico vantaggio concesso da Mazzarri a chi sperava di capirne di più. Ma decifrare il possibile undici titolare, si può. In serata arriva l’elenco dei convocati per Napoli-Utrecht: Pazienza e Campagnaro sono fuori dalla lista. Infortunati? Nientaffatto: entrambi sono utilizzabili, ma Mazzarri ha preferito non convocarli perché li ha visti giù di corda. Magari per Campagnaro è così, ma era davvero il caso di rinunciare del tutto al mediano pugliese? Magari avrà ragione il tecnico, che ieri sera ha mostrato idee più chiare sulla formazione, anche alla luce della compilazione dei convocati.
Questa la lista completa: De Sanctis, Iezzo, Aronica, Cannavaro, Cribari, Dossena, Grava, Santacroce, Blasi, Gargano, Hamsik, Maggio, Sosa, Vitale, Zuniga, Yebda, Cavani, Lavezzi, Lucarelli.
Sarà turn over, ma quanti saranno per davvero i cambi che ha in mente Mazzarri? Due volti nuovi sono garantiti: il difensore Santacroce per il suo esordio stagionale in luogo di Campagnaro e il franco-algerino Yebda che avrà il battesimo in maglia azzurra addirittura da titolare. E non saranno le uniche novità. Ce ne sono altre due, se vogliamo anche clamorose, in fase di elaborazione. Sulla corsia destra da un po’ sta annaspando Maggio, reduce dal triste Mondiale e, quindi, in affanno di questi tempi come la prassi prevede. L’alternativa è Juan Camilo Zuniga, fresco come una rosa e ormai pronto per una chance nel suo ruolo naturale. A completare il poker di novità, ecco la novità più grossa: Hamsik in panchina per fare posto a Sosa che ha fatto buona impressione negli spiccioli di gara giocati contro il Bari.
Non è un azzardo, è la logica. La necessità imposta dalle partite giocate ogni tre giorni. Santacroce, Yebda, Zuniga e Sosa: Mazzarri decide di lanciare un poker di novità su tavolo di gioco dell’Europa League. Questo è il turn over e chi resta fuori sa che domenica sera in campionato, a casa della Sampdoria, toccherà di nuovo a loro.
Per adesso sotto con l’Utrecht, che ieri l’allenatore livornese ha finalmente mostrato in videotape alla sua squadra riunita in sala tv. Nessuna individualità emergente, ma un gruppo di ragazzi che fanno della velocità il loro punto di forza. Ecco perché Mazzarri opta per il largo turn over e l’inserimento di energie rinnovate.
La difesa si annuncia più reattiva con l’utilizzo dello scattante Santacroce, sulla destra si spingerà di più grazie all’impiego di Zuniga, in mezzo al campo ci sarà più sostanza con l’aitante Yebda e in attacco largo alla fantasia con il trio sudamericano Sosa-Lavezzi-Cavani.
È il Napoli2, una squadra inedita agli occhi di chi pensava solo al campionato, ma prevedibile per chi guarda avanti. Come De Laurentiis e Mazzarri: loro in Europa ci vogliono restare a lungo.

Indietro
Avanti