15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Sono donna e tifo Napoli di Amalia Di Palma

1 Commento

Chi dice che le donne odiano il calcio? Già Rita Pavone, nel lontano 1962, dichiarava la volontà di accompagnare il proprio uomo allo stadio nella celeberrima canzone “La partita di pallone”. E allora da che deriva la convinzione che alle donne non vada a genio lo sport più in voga nel nostro bel Paese? Forse dietro c’è l’intenzione degli uomini di tenersi per sé quella passione che per 90’ riesce a trasformarli in tifosi? Chissà. Qualunque sia il motivo, recondito o no, è piuttosto evidente che le donne, soprattutto negli ultimi anni, si siano avvicinate sempre di più al calcio, trasformandosi in un’appendice irrinunciabile dei “colleghi” uomini. Gli stadi pullulano di donne che, con sciarpe e bandiere, rinunciano a trascorrere le domeniche a casa per sostenere la propria squadra. Eppure i pregiudizi sono sempre in agguato. C’è chi pensa che sia la bella prestanza fisica dei calciatori ad attirare le tifose che, come tante aspiranti veline, sognerebbero di trovare sul rettangolo verde l’amore della vita, anche se solo virtualmente. Questo perché secondo l’immaginario comune le donne non possono capire di calcio.
Questa rubrica nasce con l’intenzione di scardinare tutte quelle convinzioni che relegano le donne ad una sorta di tifo di serie B. In particolare, si vuole dare voce alle tantissime sostenitrici del Napoli, che dimostrano di settimana in settimana quanto sia grande la loro voglia di partecipazione. L’idea, insomma, è quella di mostrare quanta passione e quanta competenza si nasconda, non per volontà loro, tra le tifose.
Nelle prossime settimane contiamo di raccontare cosa significa la fede napoletana per le tifose. Inoltre, con il vostro aiuto, potremmo arricchire lo spazio con storie di vita delle tantissime donne che sono orgogliose di avere un cuore azzurro.
Per un uomo è certamente più facile lasciare tutto per correre allo stadio. Le donne, invece, hanno maggiori obblighi in casa e con i figli. Tuttavia, basta poco a portare il cuore oltre qualunque ostacolo e dare dagli spalti il proprio contributo ai beniamini del Napoli.
Si potrebbero così evidenziare sfumature interessanti e magari dimostrare quanto il tifo in gonnella sappia aggiungere alla passione e alla preparazione una buona dose di correttezza che, se presa come esempio da alcuni uomini, potrebbe fare del tifo violento solo un lontano ricordo.

Indietro
Avanti