15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

"CHI SALE CHI SCENDE" di Francesco Biondi

0 Commenti

Dopo la straordinaria rimonta del Napoli in casa dello Steaua è già tempo di un mini bilancio. La formazione azzurra, infatti, avrà giusto il tempo di tornare a Castelvolturno e dovrà subito prepararsi fisicamente e mentalmente al big match di domenica con la Roma. Tutto questo, però, riflettendo su quello che è stato il secondo incontro di Europa League che il Napoli ha saputo afferrare con i denti ottenendo un punto che permette di rimanere in corsa per il passaggio del turno. Ancora una volta alti e bassi che devono essere analizzati
CHI SALE
CAVANI: il bomber uruguaiano, già 8 reti in stagione, si è dimostrato ancora una volta attaccante di razza. Pochi, pochissimi i palloni giocabili per il matador nella bolgia di Bucarest ma abbastanza per farsi notare: una rovesciata d’alta scuola con palla di poco alta ed un gol splendido all’ultimo respiro. Voto 8
HAMSIK: il Napoli non può fare a meno di lui. La sua entrata in campo ha decisamente cambiato le carte in tavola velocizzando la manovra partenopea nella fase d’attacco. E poi quella rete della speranza è un vero gioiello. Voto 7,5
YEBDA: finalmente una prova convincente. Delle sue qualità nessuno ha mai avuto dubbi ma fino ad oggi aveva onestamente dimostrato poco. Contro lo Steaua, invece, grande corsa, contrasti continui ed una maggiore lucidità. Elemento sul quale si può contare. Voto 7
CHI SCENDE
DE SANCTIS: non sappiamo cosa gli sia capitato a Bucarest. Quel che è certo è che eravamo di fronte a tutt’altro portiere rispetto a quello che aveva meritato la convocazione ai Mondiali. Errori sul secondo e terzo gol, ma anche nella ripresa. Una prova decisamente sotto tono che, tuttavia, non mette in dubbio il suo posto. Voto 5
LA DIFESA: quella schierata da Mazzarri in Europa League non ha convinto. Nè Santacroce, nè Cribari nè Grava hanno superato l’esame. Troppi gli svarioni nella prima metà della gara, frutto forse di una condizione non ottimale per i primi due e di stanchezza per il terzo. Voto 4
ZUNIGA: dovrebbe, potrebbe essere la carta a sorpresa negli ultimi 20 metri ma si incarta nei suoi dribbling e non riesce a fornire servizi importanti per i compagni. Forse come puro esterno di centrocampo renderebbe un pò in più. Voto 5

Indietro
Avanti