15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Dove si può arrivare? di Fabio Avolio

0 Commenti

Lasciamo stare il fatto che è solo la sesta giornata di campionato, ma non possiamo certo negare che si sta rivelando una competizione avvincente. Ci troviamo al secondo posto in coabitazione con il Milan di Ibra e Ronaldinho e l’Inter di Eto’o e Milito, dietro alla Lazio del nostro amato Reja.
Sicuramente non può essere molto indicativa perché il cammino del Chievo, Brescia e Catania rispettivamente al 5°,6° e 8° posto, è destinato a scemare. Per contro Fiorentina, Parma, Roma e Udinese che attualmente occupano le ultime quattro posizioni, sono destinate a riemergere anche se non è detto che una squadra blasonata o con un organico importante sulla carta riesca ad  ottenere automaticamente una posizione prestigiosa a fine stagione. Questo è stato ampiamente dimostrato dal posizionamento al fotofinish della passata stagione con una lotta ferrata di Sampdoria, Palermo e lo stesso Napoli per un quarto posto champions che ha segregato in posizioni molto più umili la Juventus che ha ricevuto l’accesso all’Europa solo perché in finale di Coppa Italia ci sono arrivate Inter e Roma le quali si sono guadagnate un posto nell’élite del calcio europeo. Genoa, Fiorentina, Lazio e Udinese hanno concluso un’ annata disastrosa, le prime tre possono imputare la debacle alla partecipazione dell’Europa League ed è proprio qui che casca l’asino, speriamo vivamente che non sia il “nostro” amato asino. Quest’anno speriamo di sovvertire l’andamento deludente delle squadre italiane che nell’ ultimo quinquennio hanno pregiudicato il cammino in campionato a causa delle coppe senza neanche fare poi questa bella figura a livello continentale, tanto che abbiamo perso molti punti nel ranking Uefa a dispetto della Gemania che non ci ha scavalcato solo grazie alla super Inter di Moratti che ha vinto la coppa dalle grandi orecchie.
Questo secondo posto momentaneo dobbiamo godercelo il più possibile perché è meritato. Nel corso degli ultimi quattro anni il Napoli ha dimostrato di non essere una meteora o solo una bella favola, esiste un proggetto serio, dimostrato dal fatto che i migliori gioielli sono rimasti anche se un po’ di amaro in bocca c’è per una campagna acquisti un po’ anonima. Con un sacrificio economico pari a quello della scorsa estate oggi potremmo seriamente candidarci per il titolo. Dobbiamo vivere quest’ annata come transitoria soprattutto a motivo del fair play finianziario, necessario per far parte dell’orbita Uefa, se sono veritiere le parole della dirigenza con la gestione finanziaria di quest’anno la prossima sessione estiva di mercato sarà ricca di soddisfazioni. Ma la realtà di questa stagione deve comunque inorgoglire tutti i sostenitori del Napoli. Oggi ci siamo tolti un’altra bella soddisfazione battendo una vecchia rivale e diretta avversaria per il piazzamento champions, impresa che non avveniva da ben tredici anni. Quindi non è utopistico pensare che il Napoli possa far bene centrando una posizione importante tanto da garantire l’Europa che conta davvero, che possa gonfiare le casse societarie abbastanza da poter reinvestire in altri campioni capaci di portarci lontano dove questa squadra e questa città meritano.
Fabio Avolio

Indietro
Avanti