15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Ecco il "capo"

0 Commenti

Genova 12/10/10 credevamo che in calendario ci fosse una partita di calcio, Italia-Serbia, abbiamo assistito invece in mondovisione ad una guerriglia urbana.E’ lui la “mente” dei disordini scatenatisi ieri sera allo stadio di Marassi, si chiama Ivan Bogdanov,ha 30 anni è il capo ultras serbo arrestato dalla polizia la notte scorsa a Genova. L’uomo attualmente è in stato di arresto in questura. Ivan è stato riconosciuto grazie ai vistosi tatuaggi mostrati in particolar modo quando si è arrampicato sulla barriera di protezione, ripreso da tutte le telecamere.Ha una bomba a mano tatuata sul pettorale destro e la data 1389 sul bicipite destro: data che ricorda la battaglia persa alla Piana dei Merli, che segnò l’inizio dello spirito nazionalista serbo.I tifosi serbi non sono nuovi a questo tipo di comportamenti:tifosi avversari feriti o uccisi, anche a colpi d’arma da fuoco; poliziotti e giornalisti aggrediti o minacciati; incidenti in patria e all’estero.
Ora non ci resta che aspettare il responso dell’Uefa, sembra scontato il 3-0 a tavolino, ma le sanzioni del massimo organo del calcio europeo andranno ben oltre il risultato sportivo, noi italiani, che purtroppo conosciamo bene questo clima attorno agli stadi, stiamo cercando a fatica di uscire dal buio tunnel di violenza in cui si è perso il nostro tifo organizzato, ci aspettiamo quindi una punizione esemplare. I tifosi napoletani poi, hanno spesso fatto da capro espiatorio in queste spiacevoli situazioni, non si meraviglieranno certo di qualche squalifica o penalizzazione affibiata la squadra serba; chissà forse proporrebbero all’Uefa la “Tessera del Tifoso Europeo”?Forse così non ci sarà più pericolo di subbugli allo stadio, perchè la gente non ci andrà proprio più.
Carlo Di Stasio

Indietro
Avanti