15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

A.Perillo: "Qualcuno aiuti il presidente Aurelio De Laurentiis"

0 Commenti

Antonello Perillo, vicecaporedattore della Rai di Napoli, ha fatto il punto su “Napoli Magazine” puntando il dito sull’episodio che ha visto protagonisti alcuni ragazzini che hanno recato qualche piccolo danno alle panchine e al terreno di gioco del San Paolo: “E’ normale che un gruppo di ragazzini riesca a penetrare nello stadio più grande del Sud e a farne scempio strappando alcune zolle? E’ credibile che sia solo un gesto teppistico, vista la concomitanza del fatto con la super vendita di biglietti da parte del Napoli per le sfide con Liverpool e Milan? Ed è tollerabile che il San Paolo non fosse adeguatamente protetto in un periodo in cui è altissimo, in tutto il Paese, il rischio di attentati e gesti di violenza? Sono domande che dobbiamo porci con la dovuta serietà. Io mi interrogo anche su un altro aspetto: se è così facile fare quello che hanno fatto quei cinque sei delinquentelli, vorrà dire che, volendo, i professionisti del crimine non hanno alcun problema a far entrare nell’impianto di Fuorigrotta droga, coltelli, petardi e bombe carta. Diciamolo senza mezzi termini: è uno schifo. Il Calcio Napoli è una delle pochissime realtà positive di una città che sta agonizzando sotto ogni profilo, come dimostrano i cumuli di monnezza ad ogni angolo di strada, la differenziata che non si sa che cosa sia, la crisi occupazionale a livello da terzo mondo, gli scandali di falsi invalidi e concorsi fantasma, le chiacchiere di tanti politicanti di bassa caratura, il profilicare di baby gang in un territorio già devastato da estorsori, rapinatori, trafficanti di droga e prepotenti di ogni genere. De Laurentiis è uno dei pochi che sta mantenendo fede alle promesse, con tutti i limiti e i difetti di ogni essere umano. Lo dico perchè parlano i fatti. Non ho alcun secondo fine. Visto che c’è sempre chi è pronto a malignare sulle prese di posizione dei giornalisti, aggiungo pure che mi pago l’abbonamento e che per il Liverpool ho acquistato due tribune, per potermi godere le partite con mio figlio, che non può (giustamente) entrare in tribuna stampa. Qualcuno lo aiuti, De Laurentiis. Immaginate il danno enorme che deriverebbe al club azzurro se qualcuno facese esplodere petardi durante la gara con il Liverpool: multe salatissime squalifiche si abbatterebbero come una mannaia sulle casse azzurre. Se il presidente si stufa, sono cavoli amari. Qui c’è chi sogna Messi, con titoloni a nove colonne. Io invece sogno una città vivibile. Questa Napoli non merita questo Napoli. L’Europa la dobbiamo prima conquistare sotto il profilo della civiltà e della qualità della vita; poi si potrà pensare pure ad inseguire scudetti e obiettivi Champions. L’1-1 col Catania? Peccato, perche’ si poteva vincere. Al posto di Mazzarri avrei dato spazio a Sosa e Yebda, come a Cesena. L’obiettivo? Credo che il quarto posto sia alla portata degli azzurri”.

Indietro
Avanti