15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

I.Cucci: sono meno pessimista di Mazzarri

0 Commenti

Il noto giornalista Italo Cucci ha commentato il match di Catania nel corso del suo consueto editoriale del lunedì. Ecco quanto evidenziato:
“Catania non regala, ormai è chiaro. E a chi grida con una punta di rabbia “Il Napoli poteva vincere” si può opporre un’onestissima quanto banale controdeduzione: poteva anche perdere. La partita stava per vincerla Cavani con un gol che mi sono ripassato sette volte per apprezzare adeguatamente quel rapido tocco di sinistro col quale s’aggiusta la palla per colpirla col fulmine destro e spedirla nella porta del Catania; la partita stava per perderla un Napoli immiserito da un passo lento, da un’ipotetica stanchezza suscitata guarda un po’ – ma come si fa a dirlo? – da una lunga sosta/vacanza; l’ha infine pareggiata De Sanctis con balzi da tigre destinati a tornare negli incubi di Giampaolo: lui la partita l’aveva studiata, preparata e diretta bene, tanto che il suo Catania sembrava un’armata implacabile. E allora? M’aspettavo dal Cibali ben altra risposta e tuttavia sono meno pessimista…di Mazzarri.
Sicuramente non dirò che il Napoli – salvo felici occasioni già registrate – sia fra i migliori interpreti del campionato per qualità del gioco ma certamente ha un gruppo di uomini che può garantirgli un ottimo piazzamento, ovvero la Zona Champions: va bene un correttivo a gennaio, ma c’è un intervento più urgente (e meno dispendioso) da fare, ovvero chiarire una volta per tutte perché il rendimento dei giovanotti sia così altalenante: con il Cesena e la Roma – e a Bucarest – avevano esibito classe, potenza, un encomiabile stato di salute; a Catania sembravano fiacchi e smarriti. Oddìo, forse tutto merito dal neobaffuto Giampaolo? Il quesito mi invita ad affrontare il momento-chiave del campionato dal punto di vista dei concorrenti del Napoli. Se guardi i gol – quantità e qualità – è stata la domenica della Juve e del Palermo. Se poi parti dal confronto fra le due forse più belle realtà del torneo, vinto dai rosanero per 3 a 1, logica vorrebbe che toccasse alla squadra di Delio Rossi il titolo di Special Outsider.
E qualcosa di più: una scorsa rapida all’albo d’oro del Campionato ci dice che Fiorentina, Roma e Lazio (due volte a testa), Cagliari, Verona, Napoli e Sampdoria hanno conquistato i loro straordinari scudetti (l’ordinario passa Juve, Milan e Inter) a cavallo dei Mondiali, praticamente quando gli squadroni hanno consegnato, come d’abitudine, i loro migliori giocatori alle rispettive nazionali. Controlleremo in Champions, fra poche ore, lo stato di salute delle signore d’Europa e tuttavia già prima di Roma-Basilea, Real Madrid-Milan e Inter-Tottenham mi dico convinto della possibilità di un risultato positivo, così come per Juve, Palermo, Napoli e Sampdoria in Europa League rispettivamente alle prese con Salisburgo, CSKA Mosca, Liverpool e Metalist”.

Indietro
Avanti