15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

La 10 di Diego a Lavezzi? Per Bruscolotti e Giordano no, per Bagni. . .

0 Commenti

Atto di generosità o inconsapevole lesa maestà? I grandi ex del Napoli si dividono, anche se è stato lo stesso Maradona a spingere Lavezzi ad indossare la maglia numero 10 azzurra. Una dichiarazione che ha colto un pochino di sorpresa il suo grande amico, Salvatore Bagni: «Lo ha detto lui? Beh, se lui è d’accordo perché no? Diego è un uomo generoso, altruista e lo ha dimostrato anche in questa occasione. Lavezzi è poi un argentino, quindi secondo Maradona può indossare quella che è stata la sua maglia».
Meno convinto di Bagni è Bruno Giordano: «Diego è talmente grande e generoso che la sua immensità non sarebbe scalfita dal passaggio di consegne della maglietta – dice uno dei componenti del trio MaGiCa – anche se francamente quel numero dovrebbe essere ritirato per sempre, con tutto il rispetto per Lavezzi».
Sulla stessa lunghezza d’onda il capitano Beppe Bruscolotti: «Quel numero rappresenta la sua immagine, è il simbolo della sua straordinaria esperienza a Napoli. Assegnarla ad un altro, anche se si tratta di un ottimo giocatore come Lavezzi, significherebbe un tantino cancellare questa simbologia». Da parte dei tre ex compagni, tuttavia, non c’è ovviamente un veto assoluto. «Se lo ha detto Diego – aggiunge Giordano – è chiaro che non possiamo non essere d’accordo con lui. Per me il dieci resta «sacro», però se servirà al Pocho per migliorare ancora gliene diamo anche tre di quelle magliette, così il Napoli e noi siamo più tranquilli». In questo senso anche Bruscolotti si allinea al pensiero di Diego: «Con quella frase ha dimostrato ancora una volta di essere un generoso. Io avrei detto di no, quel numero è intoccabile. Lui però è il calcio, non bada a queste cose. Sono tuttavia convinto che se si facesse un sondaggio i tifosi sarebbero contrari, con buona pace di Lavezzi». L’altruismo di Diego, dunque, è la motivazione principe del suo invito: «Anche per me il 10 è solo suo – afferma Bagni – però lui è fatto così, guarda sempre avanti. So come ragiona, lui ritiene che il passato è passato e che si debba volgere lo sguardo al futuro. Maradona avrà pensato che il Pocho può seguire la sua scia nel Napoli con quella maglia. Ed allora –ribadisce – se lui è d’accordo niente da dire. Del resto le persone come lui lasciano ricordi e tracce ben più indelebili di una maglia». Anche per Bagni è così: «Sì, può darsi: ma la 4 datela a tutti, così si dimenticano di me, è meglio…»
da IlMattino

Indietro
Avanti