15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Napule è mille culure: La Presa

2 Commenti

L’unione fa la forza. Questi giocatori sembrano aver cementato un rapporto splendido, un rapporto basato sul mutuo soccorso, uno per tutti tutti per uno. Una vittoria nata proprio dal cuore di una squadra che non smette di stupire, giocando in nove, Campagnaro e Aronica infortunati e senza più sostituzioni, abbiamo vinto li dove la cabala, ogni volta arrivassero i terroni partenopei, diceva uno fisso. Ieri il vascello azzurro è andato all’arrembaggio del fortino Cagliaritano, e dopo novanta minuti di lotta estenuante,  più di sciabola che di fioretto, quando il Napoli sembrava dovesse cadere su una punizione al limite dell’area, in  nove contro undici succede l’impensabile, sul capovolgimento di fronte un lampo del Matador che serve  palla in profondità al Pocho, a quel punto il Pocho non può far altro che correre, poi uno sguardo avanti per vedere il piazzamento del portiere, lo vede ben piazzato e decide di non tirare, testa bassa e via verso la porta, arrivato al limite dell’area il Pocho sente la pressione del difensore isolano allora decide “Tiro”, alza la testa e guarda il piazzamento di Agazzi, parte il tiro del Pocho, la palla passa Agazzi, il pallone sembra nello specchio della porta….Gooooooooooooool, la palla è nel sacco. In quei trenta secondi,dal passaggio di Cavani al tiro di Lavezzi, una città intera era in silenzio, poi nell’istante in cui il pallone entra in rete nella città della Dea Partenope , si potevano assistere a scene impensabili, gente che piangeva, urla disumane, neanche avessimo vinto la Champions League. Questa volta riprendendo le parole del nostro Capitano possiamo dirlo ”C’amm levat’ e paccr a facc’” un’emozione splendida, ho pianto.
Ora se guardo la classifica penso, siamo a due punti dalla capolista che domenica avrà il derby, mentre noi affrontiamo la seconda in classifica…… e se domenica alle ore 23.00 fossimo primi in classifica?
Ieri ancora una volta abbiamo assistito a una grandissima partita e al mister a parte i cambio di Cavani e Campagnaro fatti prematuramente, non si può dir nulla, i nuovi anzi le seconde linee hanno risposto di nuovo presente, un’ottima partita di Yebda,Sosa e Santacroce, speriamo che questo ragazzo si sia ripreso del tutto. Domenica, Gargano sarà squalificato, ma con questo Yebda possiamo non aver paura, la squadra non ne risentirà, deve solo essere meno falloso. Dove sono i sapientoni?
Ora non montiamoci la testa cerchiamo di rimanere li su il più possibile, sperando che la squadra non molli mai, ma più che una speranza è una sicurezza vedendo il carattere della squadra  e l’aiuto che si danno tra di loro i giocatori … ora facciamo come il Pocho testa bassa verso la meta.
Voglio chiudere con una cosa non molto carina,ma devo dirla:
“ Fiero di essere terrone”
Alessio Guidone

Indietro
Avanti