15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Il Napoli segue Federico Fernandez

0 Commenti

CASTELVOLTURNO – La macchina da gol, quel congegno prossimo alla perfezione incapace di incepparsi, è in un Napoli da mille e una notte che da Firenze a Cagliari è arrivata sempre puntuale all’appuntamento con la felicità: 19 reti, sparse qua e là, per un terzo posto che sa di Champions e un primato in Italia che ha pure pochi rivali in Europa. Il Napoli che va di fretta in cerca della gloria è in quella giostra che una ne fa e un’altra ne pensa; e in queste undici domeniche lanciatissime, con la coppia più bella del gol in circolazione, c’è un rilievo statistico che induce all’euforia e l’etichetta di special bomber da appuntarsi al petto.
NE’ REAL, NE’ NORMAL – Là dove neppure lo special one è arrivato, là dove non è riuscito persino il Barcellona, là dove non sono approdati nè il Chelsea, nè l’Arsenal, nè il Manchester, nè il Bayern, il Napoli ce l’ha fatta, capoguida d’un rivoluzione continentale che annovera – nella classifica dei sempre in gol – i francesi del Marsiglia, i tedeschi dell’Hoffenheime del Friburgo, e, allargando i confini della ricerca nel calcio più evoluto, racchiude pure gli olandesi dell’Az e del Groningen, e infine il Porto. Diciannove reti dispensate alla Fiorentina, al Chievo, al Catania, al Milan, al Brescia e al Cagliari (per tutte, una), e poi al Bari, alla Sampdoria, alla Roma e al Parma (due a testa), ed esagerando al Cesenain casa sua (quattro).
L’EUROPA ‘NEMICA’ – Il Napoli che segna è una holding del gol senza paura e anche senza frontiere: doppietta di Cavani a Boras, nell’eliminatoria di Uefa; ma, per non smentirsi, la mania s’è impossessata degli azzurri pure a Bucarest ( in gol, oltre ai soliti noti Cavani e Hamsik, il giovane Vitale) e ad Anfield, con la rasoiata di Lavezzi, il lampo in una notte magica. Uniche serate in controtendenza, a Fuorigrotta: anemia improvvisa negli 0- 0 con l’Utrecht e con il Liverpool.
ARGENTINA -E’ (quasi) tempo di mercato, è (quasi) il momento del difensore cercato da un po’. Victor Ruiz dell’Espanyol resta il preferito ma nella lista, a sorpresa, si ritrova ora affiancato da un coetaneo: il target del Napoli non muta d’una virgola e, per andare ad arricchire un settore con un’età lievemente avanzata rispetto al gruppo, ecco spuntare – ma mica dal nulla – Federico Fernandez dell’Estudiantes, 21 anni, il Samuel dell’ultima generazione, un ragazzone che da un po’ è finito nell’elenco dei papabili e che ora diviene il primo obiettivo per una squadra da arricchire in quella retroguardia che rischia di perdere Santacroce – in uscita – e che ha un Cannavaro con il contratto in scadenza agiugno 2011.
Fonte: Corrieredellosport

Indietro
Avanti