15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Reja: "Sarà la gara del riscatto" Mazzarri: "Noi non molliamo"

0 Commenti

MILANO, 13 novembre 2010 – Una ha appena perso il primato in classifica per uno scivolone sul campo del Cesena neopromosso, l’altra ha acciuffato il terzo posto grazie a una prodezza in contropiede di Lavezzi. A tempo scaduto, che al morale non guasta. Lazio e Napoli sono lì, attaccate al Milan capolista, con uno e due punti di distacco. E domani all’Olimpico, nell’anticipo delle 12,30, si troveranno una di fronte all’altra.
reja guarda avanti — A Formello Edy Reja cerca di analizzare con serenità il momento no della Lazio, cominciato con la sconfitta nel derby. “Non penso si sia rotto l’incantesimo. Intorno alla mia squadra vedo troppo scetticismo, ma dentro abbiamo sempre la convinzione di fare un ottimo campionato e in fondo siamo ancora secondi. Alla fine del girone di andata faremo i primi conti, ma già domani mi aspetto un riscatto contro una grande squadra come il Napoli. Se facciamo la nostra partita, possiamo vincere”. E sul primato perso: “Stavamo bene in testa alla classifica – ammette – il primato ci dava grande convinzione e avremmo davvero voluto mantenerlo. Ultimamente però gli episodi ci sono girati contro. Ora, contro il Napoli voglio nuovamente intensità e risultato”. Dopo la sconfitta di Cesena sono arrivate tante critiche, soprattutto per i troppi cambi: “Quando si perde la colpa è sempre dell’allenatore. Non mi aspettavo l’assenza di Mauri. Mi prendo in pieno le mie responsabilità per un turnover forse esagerato”.
Mazzarri conta gli assenti — L’umore del Napoli è ben altra cosa, complice anche la consapevolezza di avere fatto un cammino in trasferta da grande d’Europa (peggiore soltanto di Borussia Dortmund e Barcellona). Ma stavolta sono assenti e infortuni a smorzare gli entusiasmi: Gargano è squalificato; Lucarelli, Aronica e Dossena sono out per infortunio; Pazienza, Campagnaro e Cavani non sono al meglio. “Certamente non siamo al top della condizione per le assenze di alcuni elementi – dice Mazzarri – abbiamo qualche emergenza ma chi giocherà sarà all’altezza. Mi sarebbe piaciuto arrivare ad una sfida così importante al completo, con tutti i giocatori a disposizione, anche per onorare questo grande stadio. Il Napoli però non molla mai, è capace di risalire da qualsiasi risultato e lo sta facendo da oltre un anno ormai. Di certo questa è una rosa mediamente giovane che dà fondo ad ogni energia e quando ha la mente sgombra sa esprimersi ad altissimi livelli”. E la Lazio? “Viene da due sconfitte, ma è stata sfortunata. Resta una squadra viva, insidiosa, da prendere con le molle. Loro poi non fanno le coppe, quindi noi arriviamo a questo confronto più stanchi. Sarà una partita importante ma difficile”. In città però l’entusiasmo è alle stelle: “Fa piacere vedere che la gente è felice, ma noi ci dobbiamo isolare e concentrare solo sul lavoro, come abbiamo fatto finora”.
Fonte:GazzettadelloSport

Indietro
Avanti