15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Chi sale e chi scende: Lazio-Napoli

0 Commenti

CHI SALE CHI SCENDE
Il Napoli dopo tre vittorie consecutive subisce un brusco stop in casa della Lazio. Eppure la formazione di Walter Mazzarri non ha assolutamente demeritato, andando più volte vicina al gol nel primo tempo, mentre nella ripresa ha subito l’annunciato calo che ha portato i biancocelesti a chiudere il match. Molti bassi e pochi alti all’Olimpico in una sconfitta che, seppur “fastidiosa”, non schioda il Napoli dal terzo posto in classifica
CHI SALE
EZEQUIEL LAVEZZI: è ancora una volta l’unico a mettersi in mostra. Nel primo tempo, con una vera e propria magia, coglie una traversa clamorosa mentre nei secondi 45 minuti mette da solo preoccupazione a Dias e compagni. E’ tra i più in forma. Indispensabile. VOTO 7
JOSE SOSA: finalmente il Sosa che tutti volevano. Seppur a tratti, infatti, l’argentino riesce a mostrare le sue indiscutibili qualità tecniche andando anche vicinissimo al gol con una splendida conclusione. Dopo Yebda, dunque Mazzarri ha scoperto di poter contare anche su di lui. VOTO 6,5
LUIGI VITALE: riscoperto quasi per caso la scorsa settimana, il terzino di Castellammare ha dimostrato di potersi ritagliare uno spazio importante tra gli azzurri. Spinge, si propone, disegna traversoni pericolosi ed in difesa sembra piuttosto attento. Da verificare, però, la resistenza caratteriale: appare infatti a tratti un pò troppo nervoso. VOTO 6,5
CHI SCENDE
EDINSON CAVANI: è stato fino a questo momento tra i migliori della rosa a disposizione di Mazzarri ma a Roma non è piaciuto. Troppo spesso fuori dalla manovra, non riesce mai a concludere triangoli pericolosi con il Pocho e, quindi, mai a concludere verso la porta. Domenica negativa, contro il Bologna è già atteso il riscatto. VOTO 5,5
PAOLO CANNAVARO: un altro giocatore rispetto a quello di qualche settimana fa. Non riesce praticamente mai a prendere le misure a Zarate che gli sfugge in più di un’occasione (oltre che nell’azione del gol). Troppo disattento, forse nella ripresa avrebbe dovuto riposare a fronte di un Santacroce in netta ripresa. VOTO 4,5
CHRISTIAN MAGGIO: praticamente inesistente. Poco attento in fase difensiva, nullo in fase d’attacco, non si capisce come mai Mazzarri continui a puntare su di lui. Palesemente fuori forma, se ne accorge anche la Lazio che da quel lato fa praticamente ciò che vuole. VOTO 4

Indietro
Avanti