15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Facciamo il salto di qualità. Obiettivi, giocatori e Champions

2 Commenti

Spesso si sente ripetere dalla società e da Mazzarri che questa squadra è formata da giocatori inesperti nel gestire le partite. Se i giocatori fossero inesperti dovremmo preoccuparci molto, Lavezzi, Hamsik, Gargano, Cavani etc… sono giocatori che hanno alle spalle già 4 campionati di serie A, quando dovrebbero diventare esperti? Quando saranno capaci di vincere le partite gestendo le proprie risorse? E’ fondamentale capirlo per fare il salto di qualità.
Mettiamo che l’allenatore abbia ragione e la squadra non abbia l’esperienza adeguata per raggiungere determinati obiettivi come la Champions (ricordiamo anche che dall’anno prossimo l’Italia avrà solo 3 posizioni in Champions), allora quali sono gli obiettivi del Napoli.
Mazzarri al Mattino ha dichiarato che sa qual’è l’obiettivo del Napoli ma che ha fatto un voto e non intende dircelo. Va bene la scaramanzia, siamo napoletani, ma il Napoli non è solo una fede è anche una società per azioni, un’azienda come dice sempre De Laurentiis.
Il Presidente consiglia sempre pazienza e calma, abbiamo dei limiti di bilancio e non possiamo fissare obiettivi.
Il fatturato cresce molto più velocemente della società nell’ultimo anno ha superato per la seconda volta i 100 milioni di euro e ha conseguito ancora un utile di 10 milioni di euro.
Gli utili continueranno a crescere, il Napoli ha dei chiari obiettivi di bilancio con strategie dichiarate, ma queste passano anche per i risultati della squadra e la Champions cambierebbe tutto alzando di molto il fatturato.
Per arrivare in Champions serve una squadra completa con 22 giocatori dello stesso livello, non si manda via Quagliarella o almeno lo si sostituisce con un giocatore adeguato, non con Lucarelli grande attaccante ma alla fine delle carriera e un decisamente appesantito.
Non si richiede l’acquisto di Messi ma si richiede una politica nuova sui calciatori, il Napoli deve spendere più dei 300mila euro per le giovanili, l’inchiesta dell’Espresso mostra che le grandi squadre spendono almeno 5milioni( Inter, Milan e Juventus) e anche il Catania e Lecce spendono decisamente più del Napoli, con circa 2 milioni di euro per il vivaio.
Il Napoli non è carente come società ma non investe nel “core business” di una squadra di calcio: i giocatori.
Non si possono spremere i tifosi come dei limoni e pensare che questi verrano sempre allo stadio e compreranno sempre i prodotti del Napoli se non ci saranno i risultati come la Champions. La nostra piazza è esigente ed è giusto che lo sia, solo le partite  con Milan e Liverpool hanno permesso alla società di incassare 4milioni di euro.
I numeri sono da Champions la squadra no, bisogna rischiare e comprare 2 o 3 elementi di rilievo che facciano fare il salto di qualità alla squadra, la facciano diventare “esperta” e mettano in difficoltà Mazzarri, e valutare se anche lui è diventato esperto ed abbia acquisito le capacità per gestire un gruppo di grandi giocatori senza consentire che si creino i clan. Sul mercato ci sono giocatori forti come Benzema o Adebayor, giocatori che non giocano per problemi con la società e che verrebbero anche in prestito e forse anche con l’ingaggio pagato.
Aspettiamo e vediamo cosa sapranno fare Mazzarri e Bigon a Gennaio, sperando che il voto di Mazzarri sia avveri e che corrisponda al sogno dei tifosi: la Champions.

Indietro
Avanti