15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Napoli-Bologna: 4-1

0 Commenti

NAPOLI, 21 novembre – È un Napoli da vertice. Chi aveva ancora dubbi sulla solidità della squadra di Mazzarri riceve una risposta importante, significativa, dalla sfida contro il Bologna. Trascinati da un sontuoso Lavezzi, dal capocannoniere Cavani, da uno sgargiante Hamsik e dal ritrovato Maggio, gli azzurri calano il poker riprendendosi il terzo posto in classifica, superano di nuovo Juve e Roma e si lasciano quattro punti dietro l’Inter.
SBLOCCA MAGGIO – Un successo mai stato in discussione, anche perché la partita si mette subito sul binario preferito da Mazzarri. Merito di Christian Maggio, che non smentisce la tradizione e va in gol per il terzo campionato consecutivo contro il Bologna al San Paolo. Il suo colpo di testa è una liberazione, la maniera migliore per mettersi alle spalle il periodo no e le critiche. La mancata esultanza è la sua personale risposta a chi lo ha criticato, e fischiato, in questo avvio di stagione sotto tono. Il gol preso a freddo costringe la squadra di Malesani a fare la partita per andare a caccia del pareggio. La coppia Ekdal-Khrin a metà campo è giovane, ma ha tanta stoffa. I due baby riescono a tenere buoni ritmi e ad azionare con costanza Gimenez e Di Vaio, sempre attivissimi anche se mai riescono a impensierire De Sanctis.
HAMSIK UNO… – I piani di Mazzarri non vengono sconvolti nemmeno quando si fa male Cannavaro (al suo posto Cribari), perché il Napoli è trascinato da un Lavezzi in uno stato di forma incredibile. Negli spazi lasciati dalla difesa rossoblù (giallo fosforescente per l’occasione), il Pocho va a nozze. Parte, riparte, affonda, è imprendibile: sforna assist a ripetizione, ci prova prima di punta, poi con un destro a giro, poi con un pallonetto. Il raddoppio è nell’aria e arriva grazie alla caparbietà di Cavani, un giocatore a tutto campo, che rimette in mezzo un pallone che sembrava destinato in angolo: Hamsik trova il corridoio e la deviazione per insaccare alle spalle di Viviano.
…E HAMSIK DUE – Funziona a meraviglia il tridente azzurro, con Cavani che sfiora due volte il tris a inizio ripresa (una clamorosa chance l’aveva fallita anche a metà primo tempo) e con Lavezzi che scuote l’esterno della rete. Ma, sotto il temporale del San Paolo, il Napoli è un fiume in piena che esonda quando Lavezzi, ancora lui, si inventa un calcio d’angolo rasoterra sul primo palo: Campagnaro la rimette al centro, Pazienza corregge la traiettoria e Hamsik insacca facile facile da due passi.
CAVANI CHIUDE I CONTI – Fa festa il San Paolo, è tutto facile per il Napoli, anche se Malesani le prova tutte rivoltando la squadra nel secondo tempo. Restano negli spogliatoi Garics e Gimenez, in campo vanno Siligardi e Meggiorini. Proprio quest’ultimo a riaccendere le speranze con un preciso colpo di testa in anticipo su Dossena e porta i rossoblù sull1-3. Ma sulla serata azzurra non poteva mancare la firma di Cavani, che – ispirato da Sosa in campo al posto di Hamsik – trova la girata vincente di sinistro che gli consente di acciuffare di nuovo Eto’o a 9 gol in testa alla classifica dei cannonieri. Può solo applaudire alla fine il presidente De Laurentiis, in tribuna accanto al presidente del Coni Petrucci. Il Napoli è di nuovo terzo, a cinque punti dal Milan capolista e davanti a Juve, Roma e Inter.
NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis; Grava, Cannavaro, Campagnaro; Maggio, Gargano, Pazienza, Dossena; Hamsik, Sosa; Lavezzi. A disposizione: Iezzo, Santacroce, Cribari, Maiello, Vitale, Cavani, Dumitru. All. Mazzarri.
BOLOGNA (4-3-3): Viviano; Garics, Portanova, Britos, Rubin; Casarini, Ekdal, Della Rocca; Buscè, Di Vaio, Gimenez. A disposizione: Lupatelli, Moras, Morleo, Mutarelli, Krhin, Ramirez, Meggiorini. All. Malesani
ARBITRO: Gervasoni di Mantova
Diretta Tv su Sky Sport 1 Hd, Sky Calcio 1 Hd, Mediaset Premium. Diretta radiofonica su Radio Marte.
Fonte: Corrieredellosport

Indietro
Avanti