15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

La Moviola della giornata di Campionato

0 Commenti

Ecco l’analisi delle decisioni arbitrali della 14ª giornata di campionato.
Sampdoria-Milan 1-1 — Gara tranquilla per Mazzoleni: forse proprio per questa ragione l’arbitro decide di non usare cartellini. Una decisione discutibile: in almeno un paio di circostanze nel primo tempo ci stava il giallo (Gattuso e Mannini). Di sicuro è un errore non mostrare l’ammonizione nella ripresa a Mannini per una trattenuta ripetuta su Robinho. Involontario, invece, un colpo di Boateng allo stesso Mannini in area rossonera: Mazzoleni fischia prima dello scontro (ancata del doriano). Per il resto, regolare il pareggio di Pazzini che è tenuto in gioco da Bonera.
Juventus-Fiorentina 1-1 — Bene Valeri e i collaboratori, Faverani e Stefani. Al 28’ sul tiro di Felipe Melo, Quagliarella e Krasic sono in fuorigioco, ma non Del Piero a cui va il pallone: bravo l’assistente Faverani a lasciar proseguire. 36’: fallo su Del Piero al limite, lui va avanti e c’è un «mani» in area, ma Valeri aveva già fischiato. Ripresa: al 6’ è buona la posizione di Del Piero sul lancio di Marchisio, ok Stefani. 11’: Valeri è vicinissimo e vede bene il fallo di Vargas su Del Piero. 35’: Felipe Melo di testa, Comotto, girato, devia forse con la spalla, ma Valeri fa bene a non intervenire. Ok i gialli: Bonucci, Pasqual, Comotto, Pepe, Marchisio. Rosso per Felipe: in 18 minuti, prima viene ammonito per proteste, poi per un fallaccio su Krasic. (Elisabetta Russo)
Bari-Cesena 1-1 — Bene Tagliavento. Protesta il Cesena per l’entrata di Parisi (già ammonito) su Schelotto, ma l’intervento è anche sul pallone. C’è il rigore dato al Cesena: Donati falcia Jimenez. A essere fiscali, manca un giallo ad A. Masiello.
Brescia-Genoa 0-0 — Campo ai limiti della praticabilità: le linee spariscono nel corso della partita ma Banti decide di concluderla. Il Brescia chiede un gol sul colpo di testa di Caracciolo: Mesto però allontana prima che la palla superi la linea. Annullato un gol a Eder: ok è in fuorigioco. Protesta Toni per 2 contrasti in area: dubbi minimi.
Cagliari-Lecce 3-2 — Vede bene De Marco quando assegna l’angolo al Cagliari da cui nasce il 3-0: Matri chiedeva un rigore per la scivolata di Mesbah. Di Michele non è in offside sul 2-3.
Inter-Parma 5-2 — Senza problemi Giannoccaro, semmai sbaglia l’assistente Marzaloni che ferma Crespo per un fuorigioco inesistente. Regolare il 2-1: Pandev, in offside, non disturba la visuale di Mirante. Non fa fallo Thiago Motta sul 4-2: esce male il portiere del Parma.
Lazio-Catania 1-1 — Giusto non convalidare la rete di Biava: è in fuorigioco. Lazio e Catania reclamano un rigore per parte: Gava è coerente non intervenendo sui contrasti (molto simili) tra Pablo Ledesma-Dias e Hernanes-Gomez.
Udinese-Napoli 3-1 — La gara con più episodi. In primis il rigore concesso all’Udinese: a velocità normale il fallo di De Sanctis su Sanchez appare netto. Alla moviola, e soprattutto rivedendo l’azione da dietro, si scopre che il portiere non tocca l’avversario che cerca il contatto. Con l’arbitro di porta forse l’errore si evitava. Sbaglia Romeo quando mostra solo il giallo a Cannavaro per un’entrata durissima e in ritardo sempre su Sanchez: era da rosso. Non è clamoroso, ma c’è il contatto tra Domizzi e Cavani: ci sta il penalty concesso (poi fallito) al Napoli.
Palermo-Roma 3-1 — Brighi controlla una gara senza troppi problemi. Bravi anche i due assistenti. Nel primo tempo timida protesta del Palermo per un contatto in area tra Cassetti e Pastore, ma non c’è fallo. Al 31’ Bovo trattiene Totti: ci poteva stare il giallo. Ok l’ammonizione a Bacinovic. Nella ripresa giallo a De Rossi per un netto fallo su Pastore. In pieno recupero il gol della Roma: non c’è fuorigioco, Totti è in linea con Cassani.
Fonte:GazzettaDelloSport

Indietro
Avanti