15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Correva l&#39anno 2000/2001

0 Commenti

Wikinapoli è un progetto nato per contenere tutte le informazioni riguardanti in Calcio Napoli, tutti i tifosi e i simpatizzanti sono invitati a partecipare alla community e creare il più grande portale sulle notizie e la storia del Napoli. Dalla collaborazione tra Wikinapoli e tifonapoli.com nasce la nuova rubrica “Correva l’anno” per descrivere le stagioni più emozionanti della nostra squadra del cuore.

Una retrocessione amara grida ancora vendetta

Lo scudetto diventava un affare da “Capitale”, la Roma guidata da Francesco Totti voleva a tutti i costi conquistare il tricolore per pareggiare i conti con i “cugini” della Lazio vincitori nella stagione precedente. Il Napoli, tornato dopo due anni di purgatorio all’altare delle grandi, si presentò al pubblico con grandi novità che lasciarono non poche perplessità tra i tifosi. Gli eroi della promozione, il tecnico Walter Novellino e l’attaccante Stefan Schwoch non furono riconfermati. Il primo andò a Piacenza e il secondo nel Torino. In panchina un vecchio volpone del calcio italiano e mondiale: Zdeněk Zeman. Zeman restò in panchina soltanto per sei partite, totalizzando due punti. Fu sostituito da Emiliano Mondonico che riuscì, nel corso della stagione, ad ottenere importanti risultati battendo a Roma i campioni in carica della Lazio, l’Inter e infliggendo un 6-2 alla Regina. La squadra lottò fino alla fine, alla penultima giornata riuscì a bloccare la Roma al San Paolo per 2-2 (il secondo gol di Totti con tocco di mano grida ancora vendetta). Il campionato finì il 17 giugno con una vittoria sulla Fiorentina per 2-1 con gol di Edmundo e Amoruso e con un amaro verdetto: il Napoli retrocesso in B per un solo punto. La stagione fu complicata già dall’inizio, acquisti cessioni discutibili e avventate. Alla già citata cessione di Schwoch e a quella di Oddo, gli acquisti di Edmundo ed Amauri troppo in ritardo non diedero la possibilità di creare una squadra competitiva e capace di creare gioco. I tifosi napoletani, malgrado tutto questo, avranno per sempre motivi per recriminare sull’esito di quel campionato. Oltre al “clamoroso” gol di Totti nella sfida con i giallorossi del 10 giugno 2001 (due punti in più avrebbero lasciato il Napoli in serie A) è notizia di questi giorni [1], il possibile broglio ai danni del Napoli messo in atto dal famigerato Callisto Tanzi. Tanzi sarebbe stato, le indagini sono ancora in corso, proprietario contemporaneamente del Parma e del Verona. Le due squadre si incontrarono il 10 giugno (data ormai tragica per i colori azzurri) e i veronesi superarono gli emiliani per 2 a 1 guadagnando i tre punti che tennero gli scaligeri lontani dalla B. Per ora, però non ci resta che aspettare l’esito delle indagini [2].
Per altre notizie relative a questo tema: wikinapoli “correva l’anno”

Indietro
Avanti