15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

UFFICIALE: Proclamato sciopero per 11 e 12 dicembre: salta Genoa-Napoli

2 Commenti

Fumata nera nella trattativa tra Lega calcio e sindacato giocatori, oggi a Roma in Federcalcio: non c’è accordo sul settimo punto del contratto collettivo – i fuori rosa -, l’Aic ha lasciato l’incontro e si attende l’annuncio di Campana, che comunicherà per l’11 e 12 dicembre la data dello sciopero dei calciatori in serie A.
«C’è lo sciopero proclamato per l’11 e il 12 dicembre. Siamo davvero dispiaciuti perchè c’era la disponibilità, abbiamo anche lavorato sotto traccia per trovare eventuali punti di intesa, ma non si è trovato l’accordo – ha detto il vice presidente dell’Aic Grosso al termine della riunione in Figc con la Lega – Siamo dispiaciuti, noi abbiamo ribadito la nostra disponibilità a discutere sui sei punti, senza entrare nel merito di nessuno di questi sei punti perchè la Lega continuava a chiedere di discutere anche del sempiterno problema dei fuori rosa che per noi è un discorso chiuso».
LA GIORNATA CHE SALTA – Salta la sedicesima giornata del campionato di serie A, penultima dell’anno prima della sosta natalizia: è questo l’effetto dello sciopero annunciato dal sindacato calciatori, e di fatto confermato oggi dall’interruzione della trattativa in Federcalcio per il rinnovo del contratto collettivo. Tra due fine settimana era in programma un solo scontro di vertice, Lazio-Juventus. Il resto della giornata prevedeva Bologna-Milan, Brescia-Samp, Genoa-Napoli, Inter-Cesena (ma già rinviata per l’impegno dei nerazzurri al Mondiale per club), Lecce-Chievo, Palermo-Parma, Roma-Bari e Udinese-Fiorentina. Il mandato per lo sciopero era stato affidato al presidente Aic Campana dal direttivo, con il 30 novembre come data ultima per evitarlo: ieri il sindacato aveva individuato nell’11 e 12 dicembre la data dello stop. Ora l’Aic sta informando capitani e rappresentanti sindacali delle squadre di A, per la proclamazione ufficiale dello stop
Corriere dello Sport

Indietro
Avanti