15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Dal gelo d&#39Olanda ai bollori del mercato per un futuro sempre più azzurro

1 Commento

Nel gelo d’Olanda è rifiorito un fiore e non è un tulipano, ma il nostro “matador”. La prestazione di Cavani è stata straordinaria per per la qualità e l’energia che ha dato alla squadra e per la generosità. Ad un certo punto sembrava fosse ovunque, difesa, centrocampo ed attacco. Grazie alla sua tripletta il Napoli è ancora in corsa per la qualificazione ai sedicesimi di coppa Uefa, risultato che se raggiunto, come tutti ci auguriamo, sarebbe indubbiamente di grande prestigio e testimonierebbe la crescita di una società “giovane”, ancorchè ricca di storia, come il Napoli. Il momento della squadra impone alcune considerazioni. Il cammino fino a qui fatto, a parte alcune cadute, può considerarsi buono, ma se si vuole continuare su questa strada appaiono necessari degli interventi sul mercato. Se, infatti, l’attacco, che si può definire “stellare” del Napoli fa sempre il suo dovere, non altrettanto possiamo dire della difesa per la quale è necessario intervenire a gennaio con innesti che innalzino la qualità del reparto difensivo, apparsa carente in più occasioni. Il recupero di Santacroce non è ancora completo, Cribari non sembra possedere doti all’altezza di una squadra come il Napoli e dalla partenza di Contini, forse frettolosa, per la Spagna, il settore sinistro ha nel solo Aronica un elemento di ruolo, né si può confidare sempre sull’abnegazione e spirito di sacrificio dell’eterno Grava. Vi è poi in sospeso la situazione contrattuale di Paolo Cannavaro per la quale non è dato di intuire le reali intenzioni della società, visto che fino ad oggi, tranne le dichiarazioni del suo procuratore Enrico Fedele, non vi è stata alcuna dichiarazione della società. La rinuncia al capitano comporterebbe inevitabilmente l’acquisto di un altro centrale. Sembra poi necessario per lottare su tutti e tre i fronti, campionato, Uefa e Coppa Italia, su cui il Napoli è ancora in corsa, l’acquisto di almeno altri due elementi. Un centrocampista di passo diverso da quello del pur bravo e concreto Yebda e dell’onesto Pazienza, in grado di poter sostituire alla bisogna il dinamico Gargano, ed una punta centrale nel caso il recupero di Lucarelli abbia tempi lunghi. Tali acquisti, a nostro modo di vedere necessari, andrebbero fatti a gennaio, mentre per il mercato estivo appare indifferibile individuare almeno un elemento per reparto in grado di far compiere alla squadra il definitivo salto di qualità. A questo proposito le dichiarazioni del D.S. del Napoli, Riccardo Bigon, sul rifiuto di alcuni calciatori a trasferirsi a al Napoli per l’emergenza rifiuti sono a dir poco sconcertanti. Non voler venire al Napoli per il problema dell’immondizia appare, infatti, una scusa banale oltre che meschina. Sempre che queste dichiarazioni non nascondano l’incapacità di raggiungere determinati calciatori vuoi per problemi di costi che d’ingaggio. Non resta che confidare sulle capacità di De Laurentis che, come ha dimostrato con l’acquisto di Cavani, appare dotato di un notevole intuito in fatto di mercato e sperare che sappia tirar fuori dal suo cilindro magico altri colpi di altissimo livello.
Ilario D’Amato

Indietro
Avanti