15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

"Tutti in campo": Napoli-Palermo

0 Commenti

Secondo Monday night stagionale per il Napoli, che dopo le fatiche di coppa, sfida al San Paolo il Palermo per un derby del Regno delle due Sicilie mai così avvincente, considerati i valori in campo e la classifica, da vertice, di entrambe le squadre.
Palermo e Napoli rappresentano sicuramente due delle migliori realtà del calcio italiano; due club che hanno letteralmente voltato pagina rispetto al passato, puntando sì alla valorizzazione dei giovani, ma con un occhio sempre vigile ai bilanci.
Due squadre quindi, ricche di giovani promesse, di talenti già esplosi, appetiti dai maggiori club italiani ed europei, che si daranno battaglia per continuare il loro percorso ai vertici della graduatoria. Il turno infrasettimanale in Europa League ha sancito l’uscita di scena dei rosanero, che, in casa, non sono andati oltre il 2-2 con lo Sparta Praga, chiudendo la loro avventura europea nella fase a gironi. Discorso diverso per i partenopei, che hanno sì pareggiato in terra olandese, ma restano ancora in corsa per la qualificazione ai sedicesimi, obbligati a vincere il prossimo 15 Dicembre, al San Paolo, contro i rumeni della Steaua.
Umori quindi differenti tra le due squadre, che però condividono l’obiettivo di riprendere il cammino vincente in campionato. Gara quindi, aperta a qualsiasi tipo di risultato, con due schieramenti per certi versi molto simili, sia per il tipo di gioco espresso che per la mentalità offensiva che contraddistingue i due tecnici, Mazzarri e Rossi.
Il tecnico toscano lancerà a migliore formazione, con De Sanctis tra i pali, Cannavaro, Santacroce e Campagnaro in difesa, Dossena e Maggio sugli esterni, con Gargano e Pazienza (o Yebda) a completare il reparto centrale. In avanti, solita formula: Hamsik, Lavezzi e Cavani, con il matador deciso a tirare uno sgambetto nella squadra in cui ha cominciato a muovere i primi passi nel calcio italiano.
Solito 4-3-1-2 per Delio Rossi, che si affida a Sirigu tra i pali, Cassani, Munoz, Bovo e Balzaretti in difesa, Migliaccio, Nocerino e Liverani (al posto dello squalificato Bacinovic) a centrocampo, con il tridente fantasia formato da Pastore, Ilicic e Miccoli in avanti, pronto a pungere al momento opportuno.
La chiave per spuntarla sui rosanero sta tutta nel limitare l’estro di Miccoli che, statistiche alla mano, da quando è rientrato tra i titolari, ha conquistato tre vittorie in altrettante presenze. Un attaccante veloce, bravo con i suoi dribbling ad incunearsi nelle difese avversarie, senza mai dare punti di riferimento. Sarà dunque importante per gli azzurri tenere stretti i reparti tra difesa e centrocampo, così da tener d’occhio sia le sfuriate di Miccoli, che gli inserimenti di Pastore ed Ilicic, quest’ultimo, pericoloso anche dalle conclusioni da fuori. Il Napoli dal canto suo, adotta un po’ la stessa filosofia in fase offensiva e, in virtù della fisicità della coppia centrale Bovo-Munoz, potrebbe colpire con i vari Lavezzi, Hamsik o Cavani proprio in quella zona del campo. Sfida nella sfida sulle corsie esterne, con Maggio e Dossena contrapposti ai nazionali Balzaretti e Cassani. Da lì, ma soprattutto dal predominio sulla zona mediana del campo si sposteranno gli equilibri del match.
Arbitrerà l’incontro Emidio Morganti della sezione di Ascoli. Assistenti di linea Copelli e Manganelli. Quarto uomo Giannoccaro. Fischio d’inizio alle 20:45.
Francesco Auricchio

Indietro
Avanti