15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Napoli-Palermo: i voti di Fabio Baratto

0 Commenti

DE SANCTIS: s.n.p. (spettatore non pagante)
ARONICA: 6 – Scontro fisico quello con Ilicic, dal quale esce vincitore!
CANNAVARO: 7  – Ottima prestazione. Preciso in fase di copertura e risoluto quando le circostanze lo richiedono.
GRAVA: 7 – Chi tra Xavi, Iniesta e Messi vincerà il 10 gennaio 2011 il pallone d’oro, è pregato di portarlo a Napoli, almeno per farglielo sfiorare. Miccoli esce dal campo mortificato. Gravatar non ha pietà, nemmeno per colui a cui ha fatto da testimone di nozze!
DOSSENA: 6,5 – Spinge senza sosta per 85 minuti. Appare in gran spolvero.
VITALE: 6 – Pochi minuti, ma buoni.
PAZIENZA: 6,5 – Sta riacquistando la condizione, dopo la scialba prestazione di Udine. Contiene Pastore per tutto il match, e scusate se è poco…
YEBDA: 6 – Qualche sbavatura in fase di controllo palla, ma la sua fisicità si fa sentire in mezzo al campo nel momento in cui se ne avvertiva il bisogno.
GARGANO : 6,5 –  Si limita a fare quello per cui è pagato (finalmente!) e si vede. Ottima prestazione in fase di interdizione, due tocchi al massimo e palla al compagno.
MAGGIO : 7,5 – “Maggio cunsulato!”.  Credo che Balzaretti avrà gli incubi per un pò .
HAMSIK: 7 – Sempre nel vivo del gioco, spesso arretra per prendere palla sulla metà campo. Preciso e puntuale nei disimpegni.  Il passaggio “no look” per Cavani, in occasione del goal è da gran giocatore.
CAVANI: 7,5 – Corre per se e per gli altri. Compie due diagonali difensive nel secondo tempo da far invidia a difensori di lungo corso. E’ ovunque. L’assist per Maggio è la ciliegina sulla torta. Gli manca solo il goal, ma dopo Utrecht lo si può perdonare.
LAVEZZI: 7 – Fa rabbia vederlo uscire.L a caviglia cede, forse (e togliamo pure il forse) perchè martoriata da interventi rudi ad ogni partita. Munoz si attiene al copione che vediamo ogni domenica, Nocerino gli da il colpo di grazia. Fino al momento di alzare bandiera bianca per il dolore, era stato la solita spina nel fianco della difesa. Incorciamo le dita!
DUMITRU: 6,5 – Entra in campo con la solita personalità e sfacciatagine che lo contaddistingue. Giocatore su cui puntare, in tanti anni ne ho visti pochi di calciatori giovani reggere le pressioni della piazza partenopea con tale disinvoltura (ogni riferimento a Cigarini non è puramente casuale…)
MAZZARRI: 8 Gara tatticamente perfetta! La squadra da la sensazione di poter passare da un minuto all’altro. Solo la sfortuna ed un Sirigu in giornata di grazia limitano i danni per il Palermo. Fa i cambi al momento giusto e trasmette la solita grinta alla squadra che ci crede, e fa bene, fino al 94:16. Chapeu!

Indietro
Avanti