15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

GENOA- NAPOLI: Le pagelle di Tifonapoli

0 Commenti

Il Napoli ed i suoi tifosi ora possono davvero sognare. Mancava l’ultimo tabù di Marassi contro il Genoa ed anche questo è stato sfatato. Secondo posto meritato per gli azzurri autori di una partita tosta in cui hanno saputo soffrire portando a casa una vittoria che tutta Napoli aspettava da ben 9 anni.
DE SANCTIS: si fa notare soltanto sui calci piazzati e battute d’angolo dove non perde mai la concentrazione. Per il resto, buon per gli azzurri, nessun intervento da segnalare. VOTO 6
CAMPAGNARO: questa volta senza ombra di dubbio il migliore del reparto arretrato. Dalle parti dell’argentino proprio non si passa nè nel primo tempo nè nella ripresa e ne sanno qualcosa Palladino e Rudolf. Vero mastino. VOTO 7,5
CANNAVARO: rinfrancato forse dalle notizie sul suo ormai prossimo rinnovo, è bravissimo per tutti i 90 minuti a sbrogliare fastidiose situazioni in area di rigore. Nella ripresa ingaggia uno splendido duello con Toni e lo vince nettamente. VOTO 7
ARONICA: svolge appieno i suoi compiti sia in fase difensiva che di spinta. Anche dal suo lato gli avanti genoani soffrono moltissimo con il difensore palermitano che manda un chiaro messaggio a chi arriverà: non sarà facile togliergli il posto in difesa. VOTO 7
MAGGIO: ha il grandissimo merito di guadagnarsi con caparbietà la punizione da cui nasce il gol. Per il resto mostra un invidiabile stato di forma che lo rendono fondamentale sulla fascia destra e, perchè no, una soluzione importante per Prandelli. VOTO 6,5
GARGANO: ancora una volta una prova maiuscola. Evidentemente Marassi gli porta bene ed affina, come già successo contro la Samp, la sua già ottima intesa con Hamsik. La solita corsa e capacità di rubare palloni fanno il resto. Inesauribile. VOTO 7
PAZIENZA: da gregario a protagonista. Nonostante qualche piccolo errore in fase di impostazione, quando si tratta di interdire il mediano azzurro non ha rivali. Subisce a 10 minuti dal termine un’espulsione assolutamente ingiusta. VOTO 7
DOSSENA: meglio che in altre occasioni. Spinge costantemente sulla sua fascia e per tutta la partita mette pressione ai dirimpettai genoani. Solo in un’occasione si perde Mesto che per poco non la mette alle spalle di De Sanctis. VOTO 6
ZUNIGA: all’inizio commette errori in sequenza, sbaglia facili suggerimenti e non è mai pericoloso ai limiti dell’area di rigore rossoblù. Pian piano prende le misure agli avversari, va vicino al gol e mostra la vivacità che gli aveva chiesto Mazzarri. VOTO 6,5
CAVANI: grandissimo movimento per lui ma questa volta proprio non riesce a saltare il suo diretto marcatore. Nel finale quasi ruba il pallone a Rubinho per il 2 a 0 ma, nel complesso, una prestazione senza infamia e senza lode. VOTO 6
HAMSIK: il migliore, e non solo per il gol. Si muove moltissimo, riesce sempre a creare la superiorità numerica a centrocampo e, cosa principale, ha il tempo giusto nell’inserirsi e nel colpire di testa per la rete della vittoria. Settimo sigillo per lui. Il ritorno. VOTO 8
All. MAZZARRI: di solito ai suoi uomini servono 4-5 occasioni da gol per andare in porta. Questa volta basta una conclusione per portare a casa i 3 punti ma, ciò che più conta, è l’atteggiamento battagliero che questo Napoli, dal suo arrivo, non ha mai perso. VOTO 7
Francesco Biondi

Indietro
Avanti