15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Napule è mille culure: Per la Storia e Per Napoli

4 Commenti

E’ finita,è finita,abbiamo vinto,che sofferenza,sto godendo come un pazzo.
Ho goduto amici cari, il perché? Di perché c’è ne sono tanti:
perché vincere contro Preziosi, uomo che non sa che cosa sia l’onestà intellettuale, ma neanche l’onesta in se per se, è stupendo;
perché vincere contro Preziosi, un falso amico di Napoli e del Napoli, è divino;
perché vincere contro Toni, che si attacca all’arbitro, è un piacere;
perché vincere contro il Genoa del mercato stellare, che ha venduto l’unico giocatore buono comprato, Boateng, è strabiliante;
perché vincere contro gli amici genoani, che nonostante il gemellaggio hanno dimostrato che la sportività non sanno cosa sia, è meraviglioso.
Ma torniamo al Napoli, torniamo alla squadra 2a in classifica con la Juventus, che lotta per lo scudetto. Sabato gli Azzurri non sono stati belli, anzi, ma sono contento, qualcuno potrà storcere il naso, qualcuno potrà dire“questo è pazzo”, ma vi dico che per me è stato grande Napoli. Il motivo? Presto detto, contro il Genoa abbiamo avuto la prova come detto altre volte che la squadra sta crescendo, quante partite come quella negli anni passati avremmo vinto?Quante volte il Napoli passato in vantaggio pareggiava se non perdeva sotto gli attacchi incessanti degli avversari,perché non sapeva soffrire? Andatevi a vedere Chievo e Catania e poi ne riparliamo. Nell’anticipo, il Vascello azzurro è stato preso d’assalto, con attacchi che provenivano da tutte le parti,da dx e da sx, ma il Genoa non ha mai tirato veramente in porta, perciò non si può parlare di vittoria fortunosa. La ciurma dell’Araba Fenice, comandata dal suo Capitano, fresco di rinnovo, aiutato da un Campagnaro e Aronica versione deluxe, ha tenuto lontani i rossoblu dal pirata Morgan. I difensori del Napoli hanno alzato il ponte levatoi e hanno esclamato con forza e fierezza “Da qui non si passa”. I genoani si sono sbattuti in tutti i modi, soprattutto con l’arbitro. Quando Ballardini, poi tenta la magia, inserendo un centrocampista in più, ci pensa mister Mazzarri a riportare le cose in chiaro, inserendo uno Yebda che pressa insieme a Gargano a tutto campo e alla fine portiamo a casa una vittoria importantissima, ma soprattutto bellissima. Ora dopo la vittoria contro i rossoblu genoani ci attende un’altra partita contro un’altra compagine di medesimo colore, quella Steaua Bucarest, che merita la peggior sconfitta possibile, chiedo a tutti i Tifosi, quella con la T MAIUSCOLA, di non dar vita a scontri, ma quando poi inizierà la partita devono dar vita a una bolgia; ad ogni pallone toccato dai rumeni devono partire fischi assordanti, se il loro Genchea lo definiscono l’inferno, noi dovremo infliggergli una punizione celestiale, dobbiamo UMILIARLI. Si, io non voglio vincere, io voglio STRAVINCERE, i giocatori lo devono a Napoli e ai Napoletani,perché le offese piovuteci addosso sono assurde, dimostriamo al mondo intero che i Napoletani non sono solo i Cammoristi, che i Napoletani non sono solo i teppisti, perché Napoli e i Napoletani siamo noi, siamo quella gente che si spacca la schiena al lavoro o su i libri ogni mattina e non scende di casa per uccidere o accoltellare qualcuno, solo così potremmo zittire il Mondo, l’Europa ma soprattutto l’ITALIA che troppo spesso si riempiono la bocca parlando di Napoli e dei Napoletani, costringiamo l’Italia a tifare Napoli, non permettiamo al Mondo di esclamare”i SOLITI napoletani”, invece dimostriamo a TUTTI cosa significa avere il sangue AZZURRO…
Alessio Guidone

Indietro
Avanti