15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Un mercoledì da leoni

0 Commenti

Dopo aver sfatato sabato sera, l’ennsimo tabù a Genova, in una gara molto intensa, piena di pathos e di emozioni, gli azzurri ora devono mercoledì sera contro la Steaua Bucarest, vincere per andare avanti in Europa League.
Vincendo il Napoli staccherebbe il bigliettto per gli ottavi di finale e tra l’altro rimarrebbe l’unica italiana a proseguire il percorso nell’ex coppa Uefa.
Gli avversari, la Steaua Bucarest, avranno molte assenze, gli squalificati Kapetanos che è la prima punta del centrocampista Nicolita e l’infortunato Tanase che è il capitano e centrocampista, ma questo non deve trarre in inganno, perchè verranno molto agguerriti.
I rumeni hanno la caratteristica di essere molto rapidi, dal centrocampo in su negli spazi aperti, con la seconda punta Bogdan Stancu e dal trequartista Sordu.
Quello che dovrà fare la difesa azzurra è rimanere concentrati e determinati a non lasciare iniziativa ai loro contropiedi fulminei.
In difesa il loro punto di forza è nel portiere Tatarosanu,che nella gara d’andata a Bucarest,s’è distinto in interventi decisivi nel finale di gara,quando il Napoli doveva raggiungere il 3-3,che poi è arrivato negli ultimi secondi con Edinson Cavani.
Guardando la squadra rossoblù allenati dall’ex calciatore della nazionale rumena e della Fiorentina Marius Lacatus, sono rapidi nei movimenti in attacco,ma un po’ impacciati in difesa e su questo l’undici di Mazzarri dovranno puntare per scardinare il loro bunker.
Tra l’altro la Steaua Bucarest, verranno consapevoli, che avendo due risultati su tre, giocheranno più coperti dietro per non sbilanciarsi più di tanto.
Le ultime da Castelvolturno, dicono che lo staff medico proverà a recuperare Lavezzi, per la gara, perchè dovendo vincere, la sua imprevedibilità è indispensabile per sorprenderli e aprire la loro difesa tutta rintanata dietro.
Nella cornice di un San Paolo da mille e una notte, il Napoli dovrà sfoderare una partita super, se vuole proseguire il cammino nell’Europa League e quindi non spezzare il momento favorevole, di cui gli azzurri non vogliono più fermarsi.
Alessandro Sacco

Indietro
Avanti