15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

De Laurentiis: Cavani è un giocoliere

0 Commenti

NAPOLI – «Ad un certo punto mi ero cominciato a preoccupare, poi Cavani fa certe cose come se avesse un fantasmino napoletano dietro, sembrava un giocoliere», dice il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, commentando la vittoria contro la Steaua, che ha regalato ai suoi la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League. «È la seconda volta – ha continuato – che pur non avendo Lavezzi vinciamo. I romeni sono stati un avversario tosto, sono venuti qui per giocarsela e non dimentichiamo che avevano dalla loro due risultati su tre. Ci fa onore il fatto di essere l’unica italiana in Europa League. Tutti hanno dato il massimo, sono stati in campo con la voglia di vincere a tutti i costi. Sono calciatori che sentono l’appartenenza al gruppo, la napoletanità. Questo Napoli sta dando risultati molto importanti. Inizialmente ero preoccupato perchè le competizioni europee possono dal campionato cosa che però mi pare non stia accadendo. Stanno affrontando bene tutto e, con due punti in più, saremmo stati secondi in assoluto. La squadra, la società, il tecnico, lo staff medico stanno lavorando bene».
MAZZARRI – Soddisfatto anche il tecnico azzurro che causa squalifica, ha visto la partita dalla tribuna. E, anche lì, l’allenatore non ha nascosto di essere rimasto in maniche di camicia negli ultimi 10 minuti, così come accade quando è in panchina. «Non siamo perfetti e non dobbiamo esserlo. Da quando siamo arrivati noi c’è stata una crescita vertiginosa. Questa squadra ha un carattere, una sua personalità. Ci ho sempre creduto, le abbiamo tentate tutte, abbiamo avuto diverse palle gol per sbloccare. Oggi sapevo che non avremmo visto un bel gioco, la cosa che contava era cercare di vincere. Dove arriveremo? Non ci poniamo limiti e cerchiamo di fare come abbiamo fatto fino ad ora onorando gara dopo gara – ha evidenziato il tecnico – Siamo stati bravi a vincere al di la dell’atteggiamento della Steaua che considero un buon avversario». Infine Marrazzi ha detto che, per il prossimo turno, avrebbe preferito non giocare la prima in casa poiché “per continuare a cullare un sogno” c’è bisogno anche del sostegno del nostro pubblico».
CAVANI – Dopo il gol Cavani ha esultato indicando con il dito il cielo: «Dedico a Dio questo gol – ha detto ai microfoni Mediaset l’attaccante sudamericano, che è molto religioso – E questa vittoria a questa gente che ci dà tanto». Amarezza in casa Steaua. «Ci dispiace di non essere riusciti a fare un risultato buono per la qualificazione, siamo arrabbiati, tristi – ha detto il tecnico della Steaua, Marius Lacatus – Il Napoli è stato un avversario forte che giocava in casa con la spinta dei propri tifosi. La pressione del Napoli è stata molto alta specialmente nel secondo tempo. Voglio fare i complimenti ai miei calciatori per il gioco e se, in futuro, riusciremo a giocare allo stesso modo nelle prossime competizioni europee, sono certo che i risultati saranno migliori».
Corriere del Mezzogiorno.

Indietro
Avanti