15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Corriere dello Sport: Sprint Criscito-Britos

0 Commenti

NAPOLI, 3 gennaio – Un difensore nell’im­mediato, altri tre colpi per giu­gno di cui uno già messo a segno, Federico Fernandez, (‘ 89), di­fensore dell’Estudiantes. Ma la strategia del Napoli non è così ingessata come potrebbe sem­brare. Anzi, rimane elastica. Se dovesse capitare l’occasione per anticipare qualche movimento programmato per giugno, De Laurentiis e Bigon non si tire­ranno indietro. Una di queste è Gokhan Inler se l’Udinese accet­ta la stessa formu­la di pagamento adottata per Ca­vani: anticipo a gennaio, il resto dilazionato. L’al­tra riguarda Do­menico Criscito del Genoa, altro elemento per cui varrebbe la pena sottoporsi ad un sacrificio economico. Se i li­guri insistessero per avere Ciga­rini, il Napoli sarebbe pronto ad intavolare un discorso articolato quanto intrigante per il difenso­re d’origini campane ( è nato a Cercola) sul quale lo Zenith di Spalletti tentenna e non si deci­de a fare un’offerta concreta quanto consistente. Si tratta di una pista difficile ma non impos­sibile. Criscito è sicuramente l’elemento giusto per elevare il tasso qualitativo del reparto ed abbassarne anche la media-età. Il tempo dirà fino a che punto l’idea può essere percorribile. Per il pezzo da novanta in difesa, De Laurentiis e Bigon possono tranquillamente attendere.
Nel frattempo, il Napoli prova a stringere per un difensore mancino più abbordabile in tem­pi brevi e da ritenere in alterna­tiva ad Aronica che pure sta di­sputando un campionato ad otti­mi livelli. Ma resta pur sempre l’unico del reparto di piede sini­stro. Ed ecco tornare d’attualità il nome di Britos del Bologna e quello meno probabile di Ogbon­na del Torino. Per entrambi, De Laurentiis non è disposto a sve­narsi. Se c’è la possibilità di prenderne uno dei due ad una valutazione ragio­nevole, bene; al­trimenti, l’obietti­vo si sposterà al­l’estero, in Euro­pa, non a caso ie­ri Bigon ha avuto uno scambio di idee con Fabrizio Ferrari, procuratore che tiene monitora­to il calcio francese ma che ha chiarito. «Non abbiamo parlato di Aly Cissoko difensore del Lio­ne, solo una chiacchierata infor­male» Corrieredellosport

Indietro
Avanti