15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Posticipo Serie A: Inter-Napoli 3-1

0 Commenti

MILANO, 6 gennaio – Parte bene l’avventura di Leonardo sulla panchina dell’Inter, parte malissimo invece il 2011 del Napoli. I nerazzurri regalano tre punti all’esordio al nuovo tecnico con una prestazione convincente, di sostanza, di temperamento e soprattutto di qualità. Un’altra squadra rispetto a quella opaca e sbiadita di Benitez, che ora si lancia all’inseguimento dei primi posti salendo a 26 punti (settimo posto e due partite da recuperare con Cesena e Fiorentina). Si interrompe a San Siro invece la striscia positiva della squadra di Mazzarri che non perdeva dal 28 novembre a Udine (nello stesso giorno l’Inter aveva raccolto l’ultimo successo in campionato con il Parma) e che, dopo aver tenuto botta nel primo tempo, cala nella ripresa e cade sotto i colpi di uno scatenato Thiago Motta (doppietta) e di Cambiasso.
GOL A FREDDO – C’è grande attesa a San Siro per il debutto di Leonardo, che deve rinunciare a Julio Cesar, Sneijder e Eto’o. In campo vengono esposti i cinque trofei vinti nel 2010 e l’Inter evidentemente si galvanizza. Perché alla prima occasione, quando non sono trascorsi nemmeno 150 secondi dall’inizio, Thiago Motta indovina il corridoio giusto con un preciso e potente sinistro che fa esplodere il Meazza. Esulta a pugni chiusi Leonardo, anche se – poco dopo – un gol annullato giustamente a Cavani per fuorigioco di Dossena gli fa venire un brivido. Giostra bene l’Inter, la partita è intensa e vibrante con l’arbitro Rocchi che è costretto ad ammonire in successione Chivu, Aronica e Zanetti.
BOTTA E RISPOSTA – Il Napoli colpito a freddo non si disunisce, anzi riesce a trovare il pareggio a metà tempo con Pazienza, che anticipa tutti e gira di testa in rete su un angolo teso di Lavezzi. Fanno festa i tremila tifosi napoletani a San Siro e possono solo mangiarsi le mani poco dopo quando Maggio fallisce da buona posizione l’occasione del raddoppio. Ma l’Inter di Leonardo ha carattere, classe e qualità: così, dopo che Milito non trova da due passi una comoda deviazione in rete, Cambiasso insacca prepontemente di testa su un cross perfetto di Maicon portando i nerazzurri al riposo in vantaggio 2-1.
TRIS NERAZZURRO – Parte alla caccia del pareggio il Napoli nel secondo tempo e Hamsik lo sfiora subito con una girata sotto misura, ma è l’Inter a trovare il tris con una splendida incornata di Thiago Motta su angolo di Pandev. Mazzarri si infuria e prova a cambiare qualcosa inserendo Yebda e Zuniga al posto di Gargano e Dossena. L’Inter di Leonardo però è molto più unita, volenterosa e incisiva di quella di Benitez: riesce a tenere in pugno la partita, abbassa i ritmi e approfitta degli spazi lasciati dagli azzurri per affondare continuamente in contropiede. Nel finale c’è spazio anche per Sosa, Mariga. Biabiany e Muntari ma soprattutto non ci sono scossoni in “zona Napoli”. Leonardo può brindare al suo primo successo, Mazzarri invece deve subito voltare pagina e pensare alla sfida di domenica alla Juve. Corrieredellosport

Indietro
Avanti