15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Mazzarri e De Sanctis lanciano il grido d'allarme: Il manto erboso del San Paolo è in pessime condizioni

1 Commento

Il manto erboso del San Paolo, rifatto totalmente appena sette mesi fa, è in condizioni pessime . Lo si nota ad occhio nudo dagli spalti dell’impianto di Fuorigrotta, lo hanno notato i calciatori del Napoli, che sono costretti a fare i conti, già da qualche partita, con il cattivissimo stato in cui versa il tappeto verde dello stadio. Rimbalzi fasulli, zolle che si alzano, strati di erba impiantati su quelli già esistenti. E nella partita con la Sampdoria, quando prima e durante piovve, anche se in maniera non vigorosa, si è palesata la pecca più pesante: il campo ridotto ad un acquitrino di fango. Colpito proprio nella caratteristica che doveva rappresentare il suo forte: il drenaggio. Quello che nel mese di luglio, quando furono eseguiti i lavori, venne assicurato che sarebbe stato tra i migliori d’Europa. Purtroppo non è così, ed è innegabile che questo stia iniziando a rappresentare un problema molto serio per il Napoli, che su un campo del genere non può esprimere il proprio gioco al meglio. Lo hanno sottolineato, nell’arco di un paio di giorni, prima De Sanctis e poi Mazzarri, che ai microfoni di Radio Marte hanno espresso tutto il loro disappunto. Il tecnico azzurro lo ha fatto nel post partita di ieri: “Il nostro gioco fatto di fraseggi veloci e palla a terra è limitato dallo stato del terreno del San Paolo, che in questo momento è veramente disastroso. So che quest’estate è stato rifatto totalmente, ma ora spero che chi di dovere lo possa sistemare in modo da poterci consentire di esprimere le nostre potenzialità su un campo all’altezza”
Il portierone azzurro invece, non più tardi di venerdì scorso ha fatto notare il perché della scelta del campo al momento del sorteggio: “Faccio scegliere sempre la metà campo che si trova dal lato della curva A, che è quella che ora sta peggio. Dall’altro lato il campo è migliore, e preferisco giocare lì il secondo tempo, quando in sostanza si decide la partita”.


TuttoNapoli.net

Indietro
Avanti