15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

“Tutti in Campo”: Napoli-Brescia

1 Commento

Fuori dall’Europa, il Napoli prova a consolarsi con il campionato. Al San Paolo arriva il Brescia di Iachini, avversario ostico ed in un buon momento di forma: non proprio l’ideale, insomma, per riprendere confidenza coi tre punti dopo l’infelice debacle di San Siro.
Ultima giornata di squalifica per il Pocho Lavezzi, che potrà così rientrare a partire dalla trasferta di Parma. Mazzarri, oltre al fenomeno argentino, dovrà ancora rinunciare a Grava e Vitale, sulla via del recupero. Diversi i dubbi da sciogliere per il tecnico toscano, a partire dalla difesa: Davanti a De Sanctis, al fianco di Cannavaro e Campagnaro, ballottaggio tra Ruiz ed Aronica sul centro-sinistra. A centrocampo, Gargano dovrebbe riposare, lasciando così il posto a Yebda al fianco di Pazienza. Sugli esterni, favoriti Dossena e Maggio, anche se il colombiano Zuniga scalpita per una maglia da titolare. In avanti, al fianco di Hamsik e Cavani, solito ballottaggio tra Sosa e Mascara per una maglia da titolare.
Diverse le defezioni per le rondinelle. Beppe Iachini deve infatti rinunciare a pedine di lusso quali Cordova, Dallamano, Zanetti e Filippini. Davanti ad Arcari, linea a tre composta dal rientrante Bega al fianco di Zebina e Zoboli. Centrocampo folto composto da Zambelli, Hetemaj, Konè, Vass e Berardi. In avanti, il tandem Caracciolo-Diamanti, con Eder e Lanzafame pronti ad entrare a partita in corso.
Il centrocampo a cinque scelto da Iachini lascia intendere le intenzioni dei lombardi nel momento in cui calcheranno il manto erboso del San Paolo: chiudere bene gli spazi per poi ripartire in contropiede, nella speranza di strappare almeno un punto. Mazzarri questo lo sa e per gli azzurri sarà fondamentale non cadere nella trappola delle rondinelle, cercando magari di affrettare i ritmi, di azzardare giocate potenzialmente pericolose per sbloccare il risultato. La pazienza sarà quindi un elemento chiave per tenere sotto controllo la gara: non stancarsi mai di giocare palla a terra per poi colpire al momento opportuno. In tal senso, con l’assenza, l’ultima per fortuna, di Lavezzi, fondamentali saranno gli inserimenti, i movimenti senza palla di Hamsik e Mascara, per garantire superiorità numerica ed imprevedibilità alla manovra. Giornata di straordinari sia per Maggio che per Dossena, chiamati sia ad offendere che a tamponare in fase passiva per mantenere inalterati gli equilibri in mezzo al campo. Cannavaro dovrà vedersela con Caracciolo, mentre, per gli altri colleghi di reparto, occhio agli inserimenti di Vass e Konè, senza dimenticare i tagli tra le linee di Diamanti, pericolo numero uno per la retroguardia partenopea anche sui calci piazzati.
Arbitrerà l’incontro il Signor Paolo Silvio Mazzoleni della sezione di Bergamo. Assistenti di linea Cariolato e Manganelli. Quarto uomo Brighi. Fischio d’inizio alle ore 15.
Francesco Auricchio

Indietro
Avanti