15 49.0138 8.38624 1 1 4000 1 https://www.tifonapoli.it 300 0
theme-sticky-logo-alt
theme-logo-alt

Napoli, dato horror in trasferta: il vero limite per la Champions

0 Commenti

Diciassette gol subiti nelle ultime sei partite vuol dire allontanarsi da casa e non sapere più cosa fare. Preoccupa l’involuzione del Napoli distante dal Maradona. La stessa squadra che in casa non subisce reti da quattro partite, nelle quali ha affrontato anche la Juventus, in trasferta lascia la porta aperta e permette a tutti di entrare indisturbati, senza alcun problema. Il tre a tre rimediato contro il Sassuolo è l’ennesimo tonfo in una stagione indecifrabile. Succede qualsiasi cosa e in ogni momento, quando meno te l’aspetti la squadra di Gattuso, che sembrava solida, si scioglie. Come al minuto 93 di una partita ormai vinta. Ha a disposizione una rimessa laterale, che è il preludio al triplice fischio, e la trasforma in un rigore per gli avversari. Gli errori sono molteplici, chi guarda a quello di Manolas non può sottovalutare la leggerezza con cui Bakayoko controlla il pallone o, ancora, l’idea collettiva di giocare una rimessa, l’ultima, con lo sguardo rivolto all’indietro, trascinandosi, da tempo, la paura di vincere.

Perché il Napoli, in trasferta, non conquista tre punti dal 10 gennaio, 2-1 all’Udinese, segnò proprio Bakayoko ma in extremis e in un’altra domenica di ordinaria follia, con l’errore di Rrahmani e il gol regalato a Lasagna. Il 2021 è l’anno horror della difesa del Napoli, in ogni partita (sempre in trasferta) c’è stata una punta di matita blu a evidenziare lacune collettive ma anche dei singoli. Ne hanno approfittato Verona, Atalanta (sette gol in due incontri), Genoa, Granada e, ora, il Sassuolo. Il Napoli sembra non avere armi a propria disposizione per difendersi. In trasferta perde le sue certezze e vanifica ciò che di prezioso e a fatica aveva costruito al Maradona. Non è con questo atteggiamento che la Champions, unico obiettivo rimasto, si avvicina. Servirà ben altra mentalità nelle prossime sfide esterne per avvicinarsi ad un traguardo che si complica ogni domenica sempre di più.

Indietro
Avanti