Elfsborg-Napoli 0-2

Filed under: Primo Piano |

BORAS - Immediata vigilia preoccupante nell’ambiente napoletano per questa gara di ritorno degli spareggi di Europa League contro l’Elfsborg. Non tanto per la gara in sé, comunque da non sottovalutare visto il risicato 1-0 per gli azzurri dell’andata; bensì per la notizia del giorno: Fabio Quagliarella è vicinissimo alla Juventus. I tifosi partenopei non l’hanno presa bene. E il gruppo di Mazzarri? Visto come è andata a Boras, la squadra è saldamente nelle mani dell’allenatore e il gruppo si è dimostrato solido ed estremamente competitivo.

ELFSBORG SPERICOLATO - Tra gli svedesi gioca il portiere di riserva Covic, mentre Keene e Larsson, rispetto alla gara di andata, devono assistere con più continuità la punta Avdic. Nei primi minuti si mette in mostra sulla destra Larsson e la difesa azzurra deve fare a sportellate per fermarlo. Ma la prima vera occasione è per Dossena che calcia di poco sul fondo al 6′. I padroni di casa giocano in modo spregiudicato, quasi spericolato, non preoccupandosi dei contropiedi azzurri che fanno sempre male. Come al 21′, quando Covic deve alzare in angolo un pericoloso tiro di Lavezzi.

SI SCATENA CAVANI –
Il gol azzurro è nell’aria e arriva puntuale al 29′. L’autore è proprio lui, Edison Cavani, attesissimo sostituto di Quagliarella. Contropiede, Gargano serve Cavani a destra e l’uruguayano conclude con un rasoterra che non dà scampo a Covic. Dopo un tentativo dalla distanza di Svensson, il Napoli

raddoppia. Sfera a destra ad Hamsik che scambia con Lavezzi, quindi lo slovacco crossa e trova Cavani che sul secondo palo insacca di testa. Doppietta per il bomber e qualificazione in tasca.

NAPOLI IN CONTROLLO -
La ripresa si apre con un brivido, quando al 4′ De Sanctis si deve superare su un tiro dal limite di Avdic. Poi inizia la girandola dei cambi e Mazzarri può concedere riposo a Maggio, Hamsik e Lavezzi, in vista della difficile gara di campionato contro la Fiorentina. Anche Haglund fa i suoi cambi, ma non portano a nulla. Il match scorre senza più emozioni sino al 90′ e il Napoli supera agevolmente il preliminare. Con una convinzione in più: con questo Cavani, anche uno come Quagliarella diventa sacrificabile.

Elfsborg-Napoli 0-2 (0-2)
Elfsborg (4-2-3-1): Covic, Klarstrom (25 st’ Karlsson), Andersson (21′ st Wilkstrom), Lucic, Floren, Mobaek, Svensson, Keene (31′ st Jawo), Ericsson, Larsson, Avdic (30 Wulff, 26 Rennie,23 Hult,16 Normark,) All. Haglund
Napoli (3-4-2-1): De Sanctis, Grava, Cannavaro, Aronica, Maggio (9′ st Zuniga), Pazienza, Gargano, Dossena, Hamsik (18′ st Blasi), Lavezzi (28′ st Campagnaro), Cavani, (1 Iezzo, 13 Santacroce, 91 Maiello, 27 Quagliarella). All. Mazzarri
Arbitro: Ennjmi (Francia)
Reti: nel pt 29′ e 38′ Cavani
Angoli: 7-4 per il Napoli
Recupero: 2′ e 2′
Ammoniti: Lavezzi e Larsson per gioco falloso.
Spettatori: 16 mila, con una rappresentanza di 1000 tifosi del Napoli.

Fonte : Repubblica

Altre Notizie