ESCLUSIVA – Andrea Chiavacci (Fox Sports): “Henrique uno dei migliori in Brasile, è pronto per l’Italia”

Filed under: Esclusive |

20-02-2013-07-02-08-candidato-a-idolo-alviverde-henrique-adota-cautela-apos-serie-de-decepcoesLa redazione di Tifonapoli.it ha contattato in esclusiva Andrea Chiavacci, collega telecronista di Fox Esporte, esperto del mondo pallonaro in orbita verdeoro, per rivolgergli alcune domanda sul neo difensore azzurro Henrique. Il calciatore brasiliano, classe ’86, ha già avuto alcune esperienza in Europa al Barcellona, al Bayer Leverkusen e al Racing Santander prima di ritornare al Palmeiras. Ricordiamo che Andrea fu il primo, tramite il proprio account Twitter, a parlare del difensore in orbita napoli, dando l’operazione conclusa con molti giorni di anticipo (@calcio_brasil).

Henrique rappresenta un po’ l’oggetto del mistero a Napoli. Che tipo di calciatore è? Quali sono i suoi pregi ed i suoi difetti?“E’ un difensore forte fisicamente e rapido, a cui però piace anche uscire con la palla al piede. Per questo motivo ha anche giocato come mediano davanti alla difesa. E’ dotato di un buon piede. Per quanto riguarda i difetti, invece, direi quello di dimenticarsi, a volte, che é un difensore. Nel campionato italiano certe distrazioni le puoi pagare care”.

Con chi, tra gli attuali difensori del Napoli, lo vedreste bene in coppia?
“Lo vedo bene con Albiol, secondo me meglio lui del Fernandez visto a Bergamo”.

I tifosi del Palmeiras sono letteralmente scoppiati dopo la trattativa che lo ha portato all’ombra del Vesuvio. Reazione dovuta soltanto al fatto che fosse capitano, o alle qualità del calciatore?
“Il tifoso brasiliano é molto simile a quello italiano. Henrique, sin dall’inizio dell’anno, ha fatto proclami, per bocca sua e del suo procuratore, dicendo che avrebbe giocato nella formazione biancoverde l’anno del centenario della fondazione del Palmeiras. Sono queste le cose che fanno imbestialire i tifosi! Mentre il suo procuratore rilasciava interviste dicendo che mai il suo assistito avrebbe lasciato il Palmeiras, con l’altro telefono prenotava i biglietti dell’aereo. Te lo posso dire con certezza perche l’ho marcato stretto sin dal momento che ho dato l’annuncio dell’affare chiuso.  Nessuno mi credeva, i tifosi del Palmeiras mi hanno mandato offese indicibile sul mio Twitter. Comunque sia, la qualita di Henrique non si discute affatto, anche perché in coppia con Lucio era veramente il duo di centrali più forte del campionato brasiliano”.

E’ d’accordo con la scelta di Benitez di lasciare Jorginho fuori dalla lista UEFA?
“Secondo me, dopo la partita di Bergamo (da lui commentata per FOX Brasil, ndr), Benitez si é preoccupato tantissimo. Sicuramente, fossi stato Benitez, avrei fatto la stessa cosa”.

Ritiene che Henrique, sia dal punto di vista mentale che fisico, sia pronto per il Campionato italiano?
“Si. Henrique dovrà sopportare bene la pressione che c’è in città, non può sbagliare. Ergo: fisicamente si, è pronto, ma mentalmente ho un po’ paura proprio della pressione del pubblico, e, sopratutto, del fatto che i napoletani siano scettici e non cosi sicuri del suo acqusto. Ma ripeto, non é un ragazzino. E’ un uomo, un giocatore con esperienza internazionale e nel giro da Seleçao, quindi la testa ce l’ha sicuramente pronta”.

Riproduzione Riservata previa citazione della fonte.
Armando Coppola (@armcopp)

Altre Notizie