La Fabbrica del goal

Filed under: Esclusive |

hamsik conferenzaQuando don Rafè arrivò alla beneamate chiese due cose : 1 dobbiamo cambiare parecchi giocatori troppo legati a Mou; 2 ho bisogno di giocatori adatti al mio modo di vedere il calcio, non fuoriclasse, ma giocatori adatti.

Queste sono le cose che ha chiesto e ottenuto da ADL e Bigon. Lo step successivo è stato quando l’ex allenatore dei Reds ha compreso che Edinson Cavani non sarebbe stato il suo attaccante.

Don Rafè da vecchio marpione, sa che non esistono giocatori che ti assicurano 30goal o 20goal, al di là di Messi e CR7 i quali sono diversi dal Matador o Gomez o Dzeko etc.. in quanto l’azione la creano non la finalizzano soltanto .

E qui l’idea, il lampo di genio, perché sostituire il Matador con un altro attaccante che forse non potrà fare gli stessi goal di Edi?Un po’ come l’anno scorso hanno fatto con Lavezzi, non uno ma due sostituti perché Insigne e Pandev singolarmente hanno fatto peggio del Pocho, ma in due( dato che si sono alternati) hanno fatto meglio del figliol Prodigo di Rosario.

L’anno scorso il Napoli ha finito il campionato con 73 goal all’attivo di cui : 30 Cavani; 10 Hamsik; 5 L.Insigne; 7 Pandev. Quindi dei 73 goal, l’attacco ha portato 52 reti. Questo però ha portato anche una piccola problematica; il 60% dei goal dell’attacco sono arrivati da Cavani che nel momento clou del Campionato, quando eravamo a -2 dalla Juve, si è bloccato per 5partite consecutive. Niente contro il Matador sia chiaro l’anno scorso, per come giocavamo, senza lui forse non avremmo chiuso il campionato sulla piazza d’onore. Ma adesso la musica è diversa oggi il Napoli si accinge ad essere una fabbrica del goal.

Lo Stratega madrileno ha già pianificato tutto :Avere più giocatori che possono fare dai 7 ai 15 goal!

I giocatori del reparto offensivo sono Callejon, Mertens, Insigne, Pandev,Hamsik, e due attaccanti che siano Damio o Higuain o chi che sia non interessa !! Sette giocatori per un reparto d’attacco esplosivo che in media hanno nelle loro corde 10 goal a testa per un totale di 70goal. Premesso che non tutti faranno 10goal, ma ci sarà qualcuno che ne farà di più e qualcuno meno. Se però i concetti del tecnico verranno recepiti a dovere è ipotizzabile che i 50 goal e rotti dell’anno scorso possono essere eguagliati tranquillamente con un gioco più corale e meno accentrato nei piedi di un solo giocatore. Paradossalmente c’è da leggere anche un vantaggio se le cose andranno bene. Quando uno si incepperà ce ne sarà un altro che si sbloccherà o almeno la probabilità che si blocchino tutti o quasi nello stesso momento è molto bassa.

L’idea è giusta ed è praticabile, ora aspettiamo i risultati sperando che i giocatori non deludano le aspettative!

Altre Notizie